Camorra, ai domiciliari per falsa malattia: il boss torna in carcere

SULLO STESSO ARGOMENTO

Era stato condannato in primo grado a 8 anni di reclusione per estorsione aggravata dal metodo mafioso, accertata e commessa a Giugliano, nel Napoletano, nel 2012, ma per motivi di salute era ai domiciliari. Una recente visita di controllo da parte di un medico incaricato dalla Direzione distrettuale antimafia ha fatto emergere invece che le sue condizioni di salute sono compatibili con la carcerazione in istituto di pena. I Carabinieri hanno quindi dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Napoli per Giuliano Amicone, un 55enne ritenuto essere uno dei reggenti del clan Mallardo, attivo a Giugliano e nei comuni limitrofi dell’area domitio-flegrea. Ora e’ nel carcere di Secondigliano a Napoli.






LEGGI ANCHE

Clementino, Di Leva e Pantaleo incontrano gli studenti al Centro Asterix di San Giovanni a Teduccio

Il Centro Asterix di San Giovanni a Teduccio ospiterà il primo incontro del progetto "Silenzi Sonori" il 26 febbraio dalle ore 11. Questa iniziativa è...

Il Commissario Straordinario visita l’Istituto Comprensivo “Cilea – Mameli” di Caivano

Il giorno precedente, il prefetto Filippo Dispenza, coordinatore della Commissione Straordinaria al Comune di Caivano, ha visitato l'Istituto Comprensivo "Cilea - Mameli" di Caivano,...

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE