Il prefetto di Napoli ha sospeso dalla carica il sindaco di Grumo Nevano che è agli arresti domiciliari. E’ stato notificato a tutti i componenti del consiglio comunale la comunicazione del prefetto di Napoli, Carmela Pagano, con la quale dichiara la sospensione del sindaco, Pietro Chiacchio da primo cittadino sestinatario del provvedimento di arresti domiciliari, insieme ad un vigile urbano, Antonio Pascale ed un agente di polizia penitenziaria, Rodolfo Barbato, quest’ultimo in carcere: l’accusa è rivelazione d’atti d’ufficio, favoreggiamento, corruzione, falso.
La sospensione rappresenta un atto dovuto, e, previsto dalla normativa, in particolare dall’articolo 5 del decreto 235 del 2012 che prevede che il tribunale comunichi al prefetto i provvedimenti giudiziari che interessano un rappresentate degli organi del comune.
Il rappresentante territoriale del governo una volta accertata la sussistenza della causa di sospensione, provvede a notificare il provvedimento agli organi che hanno convalidato l’elezione o deliberato la nomina.
Intanto il prossimo 31 ottobre è previsto l’interrogatorio di garanzia del primo cittadino. A guidare l’amministrazione adesso è il vicesindaco, Carmine D’Aponte. 

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati