Casertana: pausa per lavorare…

SULLO STESSO ARGOMENTO

La pausa arriva al momento giusto. Due settimane di lavoro utili a recuperare gli acciaccati D’Anna e Benassi (per Colli ci vuole ancora tempo) e soprattutto per completare il processo di inserimento dei calciatori arrivati nelle ultime settimane del calcio mercato. Bella la Casertana di Scazzola, ma ancora incompiuta. Lo ha confermato la partita di sabato sul campo dell’Andria, lo ha ribadito più volte lo stesso allenatore: c’è bisogno di oliare i meccanismi, trovare il giusto affiatamento tra i reparti e tra i singoli calciatori. Ecco perché questa sorta di mini ritiro di inizio campionato tornerà molto utile. Polak, Galli, De Rose e Turchetta avranno tempo e modo di apprendere gli schemi del loro allenatore. E poi, i possibili rientri di Benassi e D’Anna aiuteranno il tecnico a risolvere un paio di problemi fondamentali. Il primo: l’affidabilità del giovane Cardelli. Il 22enne ex Pisa di qualità ne ha da vendere ma come tutti i portieri della sua età commette ancora qualche errore che nel suo ruolo pesa sempre il doppio. Andò bene due partite fa contro il Catania quando Curiale non riuscì ad approfittare di una uscita poco felice dell’estremo casertano. È andata meno bene sabato quando la corta respinta di Cardelli ha consentito a Barisic di realizzare il temporaneo vantaggio pugliese. Imperfezione, quella, da condividere con la difesa, troppo lenta nel proteggere la palla vagante in area di rigore.


Torna alla Home


telegram

Bimbo di 5 mesi muore azzannato dal pitbull di famiglia

Un'immane tragedia ha colpito la comunità di Palazzolo Vercellese. Un bambino di soli cinque mesi è morto dopo essere stato azzannato da un cane di grossa taglia, un pitbull, all'interno della sua abitazione. I soccorsi sono stati immediati, ma purtroppo per il piccolo non c'è stato nulla da fare. Il...

L’allarme di Arcigay: 149 casi di violenza o discriminazione nell’ultimo anno

Nell'ultimo anno sono stati registrati 149 casi di violenze o discriminazioni ai danni di persone LGBTQI+, con una media di uno ogni due giorni. L'allarme e i dati sono forniti da Arcigay, che tiene il conto degli articoli di stampa e, in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, la...

IN PRIMO PIANO