Era ai domiciliari e continuava a minacciare l’ex moglie: arrestato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ieri sera, a Pontecagnano Faiano, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato M.A. D.A., 49enne del posto, in ottemperanza all’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal Tribunale di Salerno.

Il provvedimento scaturisce dalle reiterate violazioni, riscontrate dai militari, alle prescrizioni imposte dalla detenzione domiciliare, a cui l’uomo era stato sottoposto, lo scorso 21 luglio, a seguito di una serie di atti persecutori compiuti ai danni dell’ex moglie, una coetanea di Pontecagnano Faiano.

Nonostante fosse ristretto ai domiciliari, il 49enne non si è risparmiato di continuare ad offendere, insultare e minacciare la donna ogniqualvolta si vedeva costretta a passare sotto il balcone dell’abitazione dove l’ex marito si trovava agli arresti, provocandole un perenne stato d’ansia.



    Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Fuorni.

     







    LEGGI ANCHE

    Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

    Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

    Camorra, 50 anni di carcere per il racket del pane ai nuovi Lo Russo di Miano

    I nuovi capi del clan Lo Russo di Miano, accusati di estorsione aggravata, per il cosiddetto racket del pane hanno incassato 50 anni di carcere. Lee condanne hanno riguardato Salvatore Di Vaio, 48 anni, detto "Totore o' Cavallo",  Alessandro Festa, 24 anni, Cosimo Napoleone, 33 anni, Fabio Pecoraro, 26 anni, Giovanni Perfetto, 59 anni, detto "o' mostr ("il mostro", ndr) e Raffaele Petriccione, 25 anni, detto "Raffaele o' pazz" sono stati condannati a 7 an...

    Qualiano, 15enne in giro con tirapugni, coltello e proiettile

    Un 15enne di Qualiano è stato denunciato per il possesso di armi dopo essere stato fermato dai carabinieri in sella a uno scooter senza assicurazione. Durante un controllo alla circolazione, i militari hanno scoperto un tirapugni, un coltello a scatto di 21 centimetri e 49 cartucce a salve nascoste nel sottosella del veicolo. Il giovane, che era in compagnia di un amico,  è stato trovato particolarmente nervoso al momento dell'arresto. Il materiale è stato sequestrato insieme allo...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE