Segretario Spp: ‘Inizio sciopero della fame per l’emergenza carceri’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria Spp, Aldo Di Giacomo, ha annunciato l’inizio di uno sciopero della fame per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’emergenza carceraria in Italia.

Partendo dal carcere di Poggioreale a Napoli, Di Giacomo intraprenderà un “viaggio” attraverso diverse carceri italiane per evidenziare la difficile situazione in cui versa il sistema penitenziario del Paese.

La protesta, che lo condurrà da Napoli a città come Bologna, Padova, Milano e Firenze, si concluderà con un appello diretto al presidente della Repubblica affinché si intervenga per migliorare le condizioni all’interno delle carceri e ridurre il numero di detenuti.



    Di Giacomo denuncia il disinteresse dell’amministrazione penitenziaria, del Governo e dello Stato riguardo a questa problematica. Con 29 detenuti e tre poliziotti che si sono suicidati dall’inizio dell’anno, il segretario Spp sottolinea la necessità di riforme che favoriscano le misure alternative alla detenzione e che riducano il sovraffollamento nelle carceri.

    L’obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica e sollecitare un maggior impegno da parte delle istituzioni verso il mondo carcerario, con l’auspicio che il presidente della Repubblica possa essere il catalizzatore di questo cambiamento.

    “La situazione delle carceri campane è disastrosa ma l’intera situazione delle carceri in Italia lo è – ha spiegato Di Giacomo – La cosa che preoccupa di più è il disinteresse da parte dell’amministrazione penitenziaria, del Governo e dello Stato in generale. E’ iniziato oggi uno sciopero della fame che mi porterà per tutte le carceri della penisola, oggi Napoli, domani Bologna, Padova, Milano, Firenze e poi a continuare e che terminerà davanti alla Presidenza della Repubblica per chiedere più interventi e più interesse nei confronti del mondo carcerario”.

    “C’è bisogno di deflazionare e diminuire il mondo dei detenuti e di fare norme che vadano a rivedere gli accessi al carcere con un maggiore ricorso alle misure alternative. Serve più interesse verso questo mondo e lo chiederemo all’unico garante, il presidente della Repubblica”.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO