Castellammare, indagato anche Sabatino Polese: favori al clan Onorato di Moscarella

SULLO STESSO ARGOMENTO

La Polizia di Stato e la DDA di Napoli hanno portato a termine un’operazione che ha decimato il clan Onorato del Rione Moscarella, un’organizzazione criminale attiva a Castellammare di Stabia, Pompei, Sant’Antonio Abate e zone limitrofe.

Tra gli indagati figura anche Sabato Polese, 75 anni, meglio noto come Sabatino, fratello del defunto boss delle cerimonie Antonio Polese. A lui viene contestato di aver fornito un aiuto alla famiglia Onorato, vertice del clan, informandola delle indagini in corso.

In particolare, Polese avrebbe incontrato uno degli arrestati, un esattore del clan, per dirgli che la Polizia di Stato aveva acquisito le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza del Grand Hotel La Sonrisa, struttura ricettiva confiscata al clan il 29 settembre 2023.

     I titolari del Grand Hotel La Sonrisa pagarono una tangente da 5 mila euro al clan Onorato

    Secondo gli inquirenti, proprio in quella data sarebbe stata pagata una tangente di 5mila euro al clan.

    Sabato Polese, pur non essendo parte della compagine societaria del Grand Hotel La Sonrisa, è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!

    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    A Sorrento, al via la seconda edizione di Soave sia il vento Così… se fan tutti

    Dopo l’anteprima pasquale con il bellissimo Requiem di Fauré,...
    DALLA HOME

    Il ristorante museo Cenere di Pompei nella selezione della Guida Michelin 2024

    Cenere, il ristorante-museo di Pompei, fa ufficialmente parte della selezione della Guida Michelin 2024. La motivazione recita: “Di fronte al parco archeologico, gli appassionati di cucina campana troveranno qui motivo di soddisfazione: accanto a qualche ricetta più creativa, il cuoco propone intramontabili piatti regionali, spesso basati su piccole produzioni di...

    Morto suicida Franco Anelli, rettore della Cattolica di Milano

    Morto suicida Franco Anelli, il rettore dell'Università Cattolica di Milano: aveva 60 anni. Secondo le indagini condotte dai Carabinieri e dal medico legale, il decesso è stato causato da un atto suicida. Anelli si è lanciato dal sesto piano dell'edificio in cui risiedeva nel centro di Milano. Le autorità hanno...

    LA CRONACA

    TI POTREBBE INTERESSARE