Vico Equense, arrestato 22enne di Napoli: aveva truffato una 80enne

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un giovane di 22 anni residente a Napoli è stato arrestato con l’accusa di truffa ai danni di una ottantenne di Vico Equense.

L’uomo è accusato di aver ricevuto 450 euro e dei monili in oro da parte dell’anziana, dopo essersi finto il nipote della vittima e aver inviato un falso corriere a ritirare il denaro e i gioielli. I carabinieri della compagnia di Sorrento hanno eseguito l’arresto su richiesta della Procura oplontina.

Secondo la denuncia della vittima, la truffa è stata messa in atto, il 10 giugno scorso,  dopo una telefonata in cui una persona si è spacciata per il nipote dell’anziana, chiedendole 2.500 euro in contanti per saldare un debito.

    Non disponendo dell’importo richiesto, l’80enne ha consegnato 450 euro e dei monili in oro al falso corriere che si è presentato a casa sua.

    Il giovane truffatore incastrato dalle immagini delle telecamere

    Grazie all’analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza e a indagini mirate, è stato possibile identificare e arrestare il presunto autore della truffa, che è ora agli arresti domiciliari. La truffa è stata punita come aggravata dall’età avanzata della vittima.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE