Caivano, don Patriciello: “Tenere lontane le mani dei clan dai fondi stanziati”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Caivano: don Patriciello, tenere lontane mani clan dai fondi Bene il decreto, servirà alla resurrezione del Parco verde “Ora o mai più, ma attenti a tenere le mani dei clan lontane dai fondi stanziati dal Governo per il recupero delle strutture sportive del Parco verde”.

E’ l’unica nota di preoccupazione per don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano, in una giornata da lui stesso ritenuta storica e di buon auspicio cominciata con il sopralluogo del ministro dello Sport Andrea Abodi al centro sportivo Delphinia , struttura abbandonata e teatro delle violenze del branco ai danni di due ciginette.

“Ho detto al ministro mostrandogli lo stato di abbandono della struttura – spiega don Patriciello, sotto scorta per le minacce della camorra – che abbiamo a che fare con un cadavere in avanzato stato di putrefazione ma la cui resurrezione, un miracolo che tutti noi aspettiamo da tempo, renderà il Parco Verde un posto migliore dove crescere i nostri ragazzi”.

    Per la ristrutturazione del centro sportivo e del campo di calcio del comune a nord di Napoli il Governo ha stanziato col decreto Caivano 30 milioni, soldi che a giudizio del parroco potrebbero attrarre gli interessi della malavita. Ma è fiducioso: “Mai vista tanta attenzione da parte del Governo e le continue visite dei ministri in aggiunta all’attenzione dei media faranno sicuramente da scudo al malaffare”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Riciclaggio a Firenze, l’avvocato: “Pino Taglialatela estraneo”

    Giuseppe Taglialatela, ex portiere del Napoli, noto come "Batman"...
    DALLA HOME

    Riciclaggio a Firenze, l’avvocato: “Pino Taglialatela estraneo”

    Giuseppe Taglialatela, ex portiere del Napoli, noto come "Batman" e Alessandro Bigi, presidente dell'Ischia Calcio, sono tra gli indagati per un'inchiesta della Procura antimafia di Firenze su un presunto giro di riciclaggio di denaro. Secondo gli inquirenti, Bigi e Kamami, un albanese di 40 anni, sarebbero i capi di un'organizzazione...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE