Caserta, il 26 agosto passeggiata nella storia del territorio con ‘Oltre la Reggia’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il 26 agosto passeggia nella storia del territorio della provincia di Caserta e scopri come l’acqua alimenta le fontane del Parco reale.

In collaborazione con l’associazione “San Rufo rinasce” e la proprietà di Palazzo Cocozza di Montanara, il Museo propone una breve gita per percorrere insieme l’antica strada che collegava Casertavecchia con il villaggio Torre.

L’Istituto del Ministero della Cultura, al servizio della società, con la partecipazione delle comunità offre esperienze diversificate per l’educazione, il piacere, la riflessione e la condivisione di saperi.

    La Reggia di Caserta ritiene di grande importanza la conoscenza e promuove la valorizzazione dell’interessante patrimonio di questi luoghi. La visita inizierà a Palazzo Cocozza, in via Parrocchia di Piedimonte di Casolla, per ammirare la struttura del XV secolo e il suo incantevole giardino. Si proseguirà verso la chiesa di San Rufo (XII secolo), per giungere all’Abbazia benedettina di San Pietro ad Montes.

    Il percorso terminerà intorno alle 12,30 al torrino 63 dell’Acquedotto Carolino, la maestosa opera idraulica progettata da Luigi Vanvitelli che attraversa i territori delle province di Benevento e Caserta.

    I partecipanti potranno entrare in uno dei 67 torrini, strutture in tufo disseminate lungo il percorso dell’acquedotto, che consentono ancora oggi di verificare la portata idrica e svolgono funzione di sfiatatoio. Sarà possibile vedere lo scorrere dell’acqua che alimenta le fontane del Parco Reale della Reggia di Caserta. Appuntamento il 26 agosto alle 9,30 nella frazione di Piedimonte di Casolla presso l’ingresso Palazzo Cocozza, in via Parrocchia di Piedimonte di Casolla.




    1 commento

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Vietato ascoltare Radio Radicale al 41bis: denuncia di un detenuto

    Si parla molto delle normative penitenziarie europee che tutti i paesi devono rispettare. Onestamente, l'Italia dovrebbe fare lo stesso. Potrei elencare un numero infinito di violazioni di queste regole europee relativamente alla detenzione, ma mi trovo in regime di 41 bis e a nessuno sembra importare. Un detenuto incarcerato con il restringente regime 41bis lamenta nella missiva inviata a Roberto Giachetti, deputato di Italia Viva, la sua impossibilità di iscriversi all'associazione Nessuno tocchi Caino, nonché...

    Mauro polemico sul rigore assegnato al Napoli: “Con VAR ogni contatto è fallo, rispetto per il gioco”

    Massimo Mauro, ex giocatore di Napoli e Juventus, è intervenuto ai microfoni di 'Radio Anch'Io Sport' su Radio 1 Rai ed ha analizzato il calcio di rigore assegnato ieri sera agli azzurri per fallo di Nonge su Osimhen: "È indubbio che il VAR sia spesso determinante in molte situazioni. Tuttavia, è fondamentale utilizzarlo con saggezza e rispetto nei confronti del gioco. Ho sempre avuto dubbi su questo aggeggio, che chiamo così in tono scherzoso". "Credo...

    Massa Lubrense, dichiarazione infedele: sequestro beni al titolare della “Fattoria Marecoccola”

    Il Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha eseguito un decreto di sequestro preventivo relativo a un'imprenditore indagato per dichiarazione infedele. Il sequestro, di 142.135 euro, è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica. L'imprenditore in questione è il titolare della ditta "Fattoria Marecoccola" con sede a Sorrento. Il sequestro è scaturito da verifiche fiscali condotte dalla Guardia di Finanza di Massa...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE