Teatro: Manfredi, ex mercato ittico sala per il Nazionale

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il sindaco annuncia nuovo progetto: “Sì a giovani e contaminazione”.

”Stiamo ragionando su nuovi spazi e prospettive per il Teatro Nazionale. Come il progetto sull’ex mercato ittico che vogliamo trasformare in una sala multiperformativa da gestire insieme allo Stabile”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi intervenendo alla presentazione della stagione 23/24 del Teatro di Napoli – Teatro Nazionale svoltasi al San Ferdinando.

“Pensiamo ad una sala con vocazione alla contaminazione, rivolta ai giovani, ad una proposta sempre più inclusiva, che potrebbe avere anche una gestione mista con attenzione alla ricerca e alle compagnie del territorio – ha aggiunto Manfredi – dopo l’estate potrebbe iniziare la progettazione esecutiva per il restauro, i cantieri durerebbero due o tre anni ma a l’idea è iniziare prima l’attività”.

    Manfredi ha introdotto la presentazione della stagione del Mercadante-San Ferdinando e Ridotto accanto al direttore artistico Roberto Andò e al presidente della Fondazione Luciano Cannito.

    “Venti anni di teatro Stabile sono una data significativa, Napoli non poteva che avere uno stabile pubblico importante tra tradizione e nuove tendenze. Missione portata avanti egregiamente, Andò sta lavorando molto bene. Sosteniamo convintamente il teatro (il contributo del Comune è di 1milione 440mila euro, della città metropolitana 1milione 400mila euro, ndr), il programma è ricco vario, fa onore alla tradizione e al futuro dello stabile”.

    Gli altri contributi annuali dei soci fondatori sono: 1 milione 880mila euro dalla Regione Campania, dal FUS un milione 842mila euro, più 500mila euro dal MiC per la stagione estiva a Pompei, sostenuta anche da 130mila dell’Istituto del dramma antico e da 50mila del Comune di Pompei).

    A margine della presentazione Manfredi, che è presidente della Fondazione San Carlo, ha ribadito che “Il San Carlo ha bisogno di un soprintendete che deve avere competenza ed esperienza” e di essere in attesa per le prossime mosse della conversione del decreto legge che ha pensionato dal 1 giugno Lissner “almeno da parte di uno dei due rami del Parlamento”. 



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Stasera in Tv:la programmazione di questa sera , 21 febbraio 2024.

    Ecco la  programmazione tv di questa sera , 21 febbraio 2024, sui principali canali italiani: Rai 1 : alle 21:30 "Perche' Sanremo  e Sanremo?" Rai 2...

    Napoli, rapina un giovane e scappa: arrestato un 29enne

    Nella notte appena trascorsa, gli agenti del Commissariato Vicaria- Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Cesare Rosaroll, sono...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE