Stesa al Rione Sanità: colpi di pistola ai Miracoli

Napoli. Una nuova stesa di camorra è andata in...

Blitz anti droga sulla Giamaica dei Monti Lattari: 4 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ennesimo blitz anti droga sulla Giamaica dei Monti Lattari nel periodo di massima fioritura delle piante di cannabis.

PUBBLICITA

E’ una guerra combattuta ogni giorno quella contro il traffico e la coltivazione di stupefacenti. I carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia lo sanno bene, al punto da battezzare “Continuum Bellum” l’operazione antidroga che nel periodo estivo vede una concreta accelerazione.

E il motivo non è logistico ma puramente biologico. E’ in questo periodo che la coltivazione della cannabis, subisce il massimo stimolo, complici caldo ed umidità.

E grazie alla collaborazione dei militari dello squadrone eliportato Cacciatori di Calabria, è stato inferto l’ennesimo duro colpo alla criminalità dei Lattari e dell’area stabiese.

3 le persone arrestate ieri in tarda serata nella zona rurale di Lettere, tutte dovranno rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio e detenzione illegale di munizionamento.
Sono stati sorpresi in un’abitazione mentre confezionavano cocaina. 14 le dosi già preparate e sequestrate.

Con loro materiale per il confezionamento e taglio, 2 radiotrasmittenti, 1 rilevatore di microspie e ben 7 bilancini di precisione.Non solo droga. Nel bilancio pesa il ritrovamento di circa 25mila euro: le banconote erano nascoste in 2 cassette dell’impianto elettrico. E ancora 50 cartucce calibro 9, altre 15 calibro 12 sono state trovate nell’abitazione di uno degli arrestati.

Le perquisizioni non si sono limitate ai soli ambienti coperti. Nei terreni incolti e non recintati attorno alla prima abitazione controllata, i carabinieri hanno trovato 1 chilo e mezzo circa di marijuana, 258 munizioni di vario calibro e 5 bilancini di precisione. Come già accaduto in passato, il materiale era interrato in un bidone, avvolto nel cellophane per non marcire.

I 3 sono stati sottoposti ai domiciliari, in attesa di giudizio. Pochi chilometri più a nord, un altro colpo è stato messo a segno nel comune di Sant’Antonio Abate.

In manette Antonio Galasso, 65enne del posto già noto alle forze dell’ordine.
Durante una perquisizione in un terreno adiacente alla sua abitazione, i militari hanno rinvenuto 15 piante di cannabis indica, 288 grammi di marijuana in fase di essiccazione e 26 grammi della stessa sostanza già divisa in dosi.

Anche in questo caso sono stati sequestrati un bilancino di precisione e materiale per la preparazione delle dosi. Anche Galasso è stato sottoposto ai domiciliari.

-MANZO Pasquale, nato a Lettere il 26.04.1969, già noto alle forze dell’ordine

-COTICELLI Mario, nato a Gragnano il 27.12.1975, già noto alle forze dell’ordine

-28enne di Lettere, incensurato

-GALASSO Antonio, nato a Sant’Antonio Abate il 22.11.1957


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

facebook

LEGGI ANCHE

googlenews

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA