Napoli, incendio ai Camaldoli: è caccia al piromane

Napoli. La Procura di Napoli indaga per incendio colposo...

Auto esplosa: si indaga per omicidio e incendio

SULLO STESSO ARGOMENTO

La procura di Napoli lavora su due ipotesi di reato: omicidio e incendio. Per lo scoppio dell’Auto prototipo sulla tangenziale di Napoli il 25 maggio scorso, una esplosione che ha provocato ustioni mortali alla ricercatrice del Cnr Maria Vittoria Prati, deceduta due giorni fa, e ial laurenando Fulvio Filace, deceduto questa mattina.

PUBBLICITA

Il fascicolo e’ per ora a carico di ignoti. Non si esclude pero’ che gia’ nei prossimi giorni siano iscritti i primi indagati. Le salme di Prati e Filace sono state sequestrate in attesa dell’autopsia, anche se dubbi sulle cause della morte non ce ne sono in quanto le due vittime sono state avvolte dalle fiamme dopo l’esplosione dell’Auto.

I militari del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Napoli insieme con il Ris di Roma dovranno individuare qualsiasi elemento utile sulle cause dell’esplosione della vettura.

“Un improvviso peggioramento nella notte e poi la notizia che nessuno avrebbe voluto ricevere. È morto Fulvio Filace, il tirocinante che si trovava con la ricercatrice Maria Vittoria Prati a bordo dell’auto esplosa a Napoli.

Grande sgomento e dolore per il Consiglio nazionale delle ricerche, che si stringe attorno alle famiglie delle due vittime, ai colleghi, agli amici, ai tanti che oggi piangono Fulvio e Maria Vittoria. La Presidente Maria Chiara Carrozza esprime il proprio cordoglio sincero in rappresentanza dell’Ente.

Dopo l’avvio dell’audit interno, il Cnr si è immediatamente adoperato per ricostruire le cause del gravissimo evento, e facilitare lo svolgimento delle necessarie e doverose indagini da parte degli inquirenti. La perdita di due vite, peraltro in circostanze così drammatiche, segna profondamente la comunità scientifica, in ogni parte d’Italia.

Nei prossimi giorni, in segno di vicinanza e rispetto per le due vittime e i loro cari, lo svolgimento di numerosi eventi continuerà ad essere rivisto e riprogrammato”. Così in una nota il Consiglio nazionale delle Ricerche.

“Non si può morire così. Ho sentito i familiari per esprimere il mio cordoglio. Oggi stesso presenterò un’interrogazione parlamentare con la quale chiederemo al Governo di intervenire in questa vicenda che ha tanti punti da chiarire. Per questo dovrà partire anche un’indagine interna del Cnr e soprattutto bisognerà sciogliere il nodo sulla questione rapporti Cnr-Federico II per comprendere il ruolo dei tirocinanti”.

Così in una nota il deputato di AVS Francesco Emilio Borrelli, intervenuto anche in Aula alla Camera dei deputati in merito alla vicenda dell’Auto ibrida del Cnr esplosa in Tangenziale a Napoli. “Una tragedia e il bilancio avrebbe potuto essere anche più grave se nell’esplosione fossero state coinvolte anche altre vetture e la staticità del ponte della Tangenziale. La ricerca della verità è assolutamente prioritaria. Ci aspettiamo piena collaborazione dal Cnr”, conclude.

“Ci addolora la notizia che anche Fulvio Filace non ce l’abbia fatta. Il Consiglio comunale tutto si stringe intorno ai familiari e ai colleghi del giovane ricercatore”.

Sono le parole di cordoglio della presidente del Consiglio comunale Enza Amato per la morte di Fulvio Filace, anche lui coinvolto nell’esplosione dell’Auto-prototipo dello scorso 23 giugno, che era già costata la vita alla professoressa Maria Vittoria Prati.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE