Al via le Conversazioni a Capri con la partecipazione straordinaria di Jovanotti

SULLO STESSO ARGOMENTO

La 18° edizione dedicata al tema Il Viaggio/Journey. Ospiti del festival 2023 Massimiliano Virgilio, Igiaba Scego, Vanessa Roghi, Hari Kunzru, Katie Kitamura, Joshua Cohen, John Banville.

Le Conversazioni, il festival internazionale ideato da Antonio Monda e Davide Azzolini dopo gli incontri di New York e Roma, torna a CAPRI con i grandi protagonisti della cultura contemporanea.

Ospite d’eccezione di questa 18ª edizione sarà Lorenzo Jovanotti per la prima volta al festival di Capri.

    A Villa San Michele ad Anacapri si terranno i primi tre appuntamenti (ore 19) con gli scrittori italiani Massimiliano Virgilio (25/6), Igiaba Scego (26/6) e Vanessa Roghi (27/6).

    Da mercoledì 28 giugno il festival come di consueto si trasferirà al tramonto (ore 19) a Piazzetta Tragara, per un appuntamento speciale con Lorenzo Jovanotti che aprirà gli incontri con gli ospiti internazionali: Hari Kunzru (29/6), Katie Kitamura (30/6) Joshua Cohen (1/7) e John Banville (2/7).

    Il tema scelto per il 2023 è quello de Il Viaggio/Journey che sarà affrontato in ogni possibile accezione e Monda ne condividerà i diversi aspetti con tutti gli ospiti di questa edizione.

    “Siamo felici e orgogliosi di essere giunti alla diciottesima edizione delle Conversazioni. Con Davide Azzolini iniziammo a Piazzetta Tragara nel 2006, quasi per gioco. Oggi il festival è cresciuto e siamo fieri della sua dimensione internazionale che oltre a Capri ha coinvolto e coinvolge città come New York, Washington, Bogotá, Roma, Milano, Napoli, Palermo, Venezia e Parigi. E dal 2024 contiamo di estendere Le Conversazioni anche a Los Angeles. – spiega Antonio Monda – In questi anni hanno partecipato premi Nobel, Pulitzer, Booker, National Book Award, Oscar, Tony, Emmy, Strega e Pritzker, e in questi giorni a Capri ci saranno altri importanti ospiti internazionali.

    Un percorso che dura da diciassette anni, che vogliamo omaggiare con il tema scelto per questa edizione de il ‘Viaggio’, declinato con la massima libertà di interpretazione: inteso come turismo o come emigrazione, come viaggio dell’infanzia da custodire e proteggere e interiore dei ricordi o caratterizzato da un percorso artistico, dal piacere della solitudine del viaggio senza l’ausilio della tecnologia a quello condiviso con il proprio amore. Buon Viaggio a tutti con Le Conversazioni.”

    In occasione degli appuntamenti di Capri, gli ospiti protagonisti hanno scritto un proprio contributo per il Festival sul tema dell’anno. I testi saranno letti dagli autori stessi e distribuiti al pubblico in apertura di ogni appuntamento.

    IL PROGRAMMA DEGLI INCONTRI

    Appuntamenti a Villa San Michele – Anacapri (ore 19)

    Domenica 25 giugno aprirà la 18ª edizione caprese de Le Conversazioni Massimiliano Virgilio, romanziere, sceneggiatore, documentarista e autore radiofonico italiano. Ha scritto diversi romanzi, tra i quali L’americano (Rizzoli, 2017) e Le creature (Rizzoli, 2020), entrambi vincitori di diversi premi letterari internazionali. Nel 2021 ha ricevuto la nomination ai Nastri d’argento per il soggetto del film Rosa, Pietra, Stella. Il suo ultimo romanzo è Il tempo delle stelle, pubblicato nel 2023 da Rizzoli.

    Lunedì 26 giugno sarà ospite del festival la scrittrice e giornalista italiana, di origine somala, Igiaba Scego, che si occupa principalmente di tematiche di migrazioni e di culture e letterature africane. Tra i suoi romanzi, La mia casa è dove sono (Rizzoli, 2010) le è valso il premio Mondello nel 2011 e La linea del colore (Bompiani, 2020) ha vinto il premio Napoli nel 2020. Il suo ultimo libro, Cassandra a Mogadiscio (Bompiani, 2023), è candidato al premio Strega 2023.

    A chiudere gli appuntamenti a Villa San Michele, martedì 27 giugno, sarà Vanessa Roghi storica, autrice televisiva e scrittrice italiana che si occupa in particolare di tematiche inerenti la storia della scuola e di nuove generazioni. Fra i suoi libri più recenti Eroina (Mondadori, 2022) in cui affronta il problema della droga, e Mia patria sono gli oppressi una storia illustrata di Don Milani, appena pubblicata da Momo (maggio 2023).

    Appuntamenti a Piazzetta Tragara – Capri (ore 19)

    Da mercoledì 28 giugno il festival torna come ogni anno a Piazzetta Tragara dove Lorenzo Jovanotti, intervistato da Antonio Monda, si racconterà attraverso il tema de Il Viaggio/Journey.

    Giovedì 29 giugno a dialogare con Monda e con il pubblico caprese sarà il romanziere e giornalista britannico Hari Kunzru autore tra gli altri di L’imitatore (Einaudi, 2003), per il quale è stato nominato da Granta tra i migliori giovani scrittori britannici, La danza di Leela (Einaudi, 2007), Notable Book of the Year per il New York, Le mie rivoluzioni (Einaudi, 2011). Nel 2013, il suo racconto Memory Palace è diventato soggetto di una rappresentazione realizzata da numerosi illustratori, graphic designer e tipografi per il pubblico del Victoria and Albert Museum di Londra. Il suo ultimo lavoro, Lacrime bianche, è stato pubblicato in Italia da Saggiatore nel 2018.

    La scrittrice americana Katie Kitamura sarà protagonista dell’incontro di venerdì 30 giugno. Autrice di Gone to the Forest e di Knock-out entrambi finalisti al New York Public Library’s Young Lions Fiction Award, rispettivamente nel 2012 e nel 2014. Tra i suoi romanzi più noti pubblicati in Italia da Bollati Boringhieri Una separazione (2017) e Tra le nostre parole (2022) finalista al National Book Award e al Joyce Carol Oates Prize nel 2021, è stato nominato dal New York Times tra i cinque migliori romanzi dello stesso anno.

    L’autore statunitense Joshua Cohen, premio Pulitzer nel 2022, sarà il protagonista della conversazione di sabato 1 luglio. È stato definito dal New York Times “uno dei più importanti scrittori americani” e “straordinario ricercatore in prosa, sicuramente uno dei più prodigiosi romanzieri americani” dal New Yorker. Ha ricevuto il Matanel Prize in Israele nel 2013 e nel 2017 è stato nominato tra i migliori giovani scrittori americani di Granta. Autore dei romanzi pubblicati in Italia da Codice Edizioni Un’altra occupazione (2018), Libro dei numeri (2019) e I Netanyahu (2022) con cui ha vinto il National Jewish Book Award for Fiction nel 2021 e gli è valso il premio Pulitzer nel 2022.

    John Banville romanziere e giornalista irlandese già vincitore del Man Booker Prize, chiuderà il festival domenica 2 luglio. Noto anche con lo pseudonimo Benjamin Black sotto il quale ha scritto cinque romanzi. Il suo libro La spiegazione dei fatti è stato finalista per il Booker Prize nel 1989, pubblicato in Italia da Guanda (1991), mentre Il mare ha vinto il Man Booker Prize nel 2005 (Guanda, 2006). Nel 2011 ha ricevuto il Franz Kafka Prize. Il suo ultimo romanzo è Il dubbio del killer (Guanda, 2022).

    New York e Roma

    La 18ª edizione de Le Conversazioni ha aperto a New York con un ciclo di incontri, da febbraio a giugno 2023, con Leslie Jamison, Judith Thurman, Mary Karr, James Kirchick e Annette Insdorf.

    Il programma italiano è partito da ROMA con Nadia Terranova e Mattia Feltri (20 e 21 giugno) protagonisti degli incontri a Palazzo Merulana, sede della Fondazione Elena e Claudio Cerasi, vivace e dinamico centro di produzione culturale tra letteratura, cinema e arte, nel cuore della capitale.

    Il prossimo autunno gli ospiti newyorchesi, protagonisti degli incontri alla NYU e alla New York Historical Society, saranno Maaza Mengiste, Molly Haskell, Michael Barker e il premio oscar John Patrick Shanley.

    Il programma generale de Le Conversazioni conferma ancora una volta la forte identità di un festival diffuso che spazia tra diverse città e nazioni. Un infaticabile laboratorio di idee che conta ad oggi oltre 280 ospiti e che, dal 2006, organizza eventi a New York, Washington, Bogotà, Roma, Napoli, Capri, Palermo e dal prossimo autunno anche a Milano e Parigi.

    Molti i nomi di protagonisti della cultura internazionale che hanno preso parte alle passate edizioni de Le Conversazioni, tra cui ricordiamo: Jonathan Franzen, Zadie Smith, Jeffrey Eugenides, David Foster Wallace, Martin Amis, Ethan Coen, Michael Cunningham, Ian McEwan, Chuck Palahniuk, Salman Rushdie, Paul Auster, Patrick McGrath, E. L. Doctorow, Jonathan Safran Foer, Joshua Ferris, David Byrne, Colum McCann, Michael Chabon, Elizabeth Strout, Donna Tartt, Hanif Kureishi, Nicole Krauss, Junot Diaz, Rachel Kushner, Don DeLillo, Erica Jong, Wole Soyinka, Patty Smith, Jamaica Kincaid, Marlon James, Fran Lebowitz, Vendela Vida, Dave Eggers, Helen Oyeyemi, Ian Buruma, David Mamet e molti altri. E tra gli italiani: Pupi Avati, Claudio Magris, Alessandro Baricco, Mario Martone, Paolo Mieli, Alessandro Piperno, Roberto Saviano, Paolo Sorrentino.

    Le Conversazioni 2023 è prodotto da Dazzle Communication, Spigoli e CPW Conversations, con il patrocinio del MiC. Il Festival è affiancato a Roma da Intesa Sanpaolo ed Enel in qualità di Official Sponsor, a Capri da Persol e Generali in qualità di Official Sponsor, con Hotel Punta Tragara partner e con Repubblica media partner.

    Gli incontri de Le Conversazioni sono presentati in collaborazione con Palazzo Merulana, Villa San Michele e Città di Capri.

    LE CONVERSAZIONI 2023 | il programma dei prossimi appuntamenti

    CAPRI

    Villa San Michele – ore 19.00

    dom 25/6 Massimiliano Virgilio

    lun 26/6 Igiaba Scego

    mar 27/6 Vanessa Roghi

    Piazzetta Tragara – ore 19.00

    mer 28/6 Lorenzo Jovanotti

    giov 29/6 Hari Kunzru

    ven 30/6 Katie Kitamura

    sab 1/7 Joshua Cohen

    dom 2/7 John Banville

    NEW YORK

    NYU – New York University

    mer 20/9 Maaza Mengiste

    ven 27/10 Molly Haskell

    gio 2/11 Michael Barker

    gio 7/12 John Patrick Shanley



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE