Napoli, arriva stretta su brindisi vigilia: firmata l’ordinanza

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, arriva stretta su brindisi vigilia: firmata l’ordinanza. Varate le regole per il 24 e il 31 dicembre.

Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha firmato l’ordinanza che regolerà la movida nel periodo delle festività natalizie.

Dalle 10 alle 20 del 24 e del 31 dicembre, quindi per la vigilia di Natale e Capodanno, è vietato somministrare cibi e bevande da vendere per l’asporto e somministrare o consumare ogni tipo di bevanda in contenitori di vetro (sia bottiglie che bicchieri) o lattine.

    Sarà possibile utilizzare solo bicchieri di carta o di plastica, ma resta escluso il servizio di somministrazione ai tavoli all’interno dei locali e nelle aree in concessione. Il divieto vale solo per alcune strade individuate nel provvedimento di Manfredi: si tratta delle aree della movida, strade del quartiere di Chiaia (la zona dei baretti), del centro storico, dei Quartieri Spagnoli, del Vomero.

    Se si ravvisa un notevole afflusso di persone e di assembramenti con potenziali ricadute negative sull’ordine e la sicurezza pubblica, l’accesso alle strade potrà essere interdetto (fatta salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private).

    “Nel periodo delle festività natalizie, e in particolare nelle giornate del 24 e 31 dicembre, è fortemente radicata nella città di Napoli – si legge nell’ordinanza del sindaco – la consuetudine degli aperitivi consumati per strada, soprattutto nelle zone di Chiaia, del Vomero, del Centro Storico, dei Quartieri Spagnoli, dove sempre più numerosi i giovani si radunano e si intrattengono all’esterno dei locali sin dalla mattina per il tradizionale scambio degli auguri”.

    Si ricorda, ancora, che le zone interessate dalla movida “in queste giornate di vigilia diventano spesso teatro di assembramenti che incidono in maniera fortemente negativa sulla qualità urbana in termini di quiete pubblica e di decoro, con notevole peggioramento delle complessive condizioni di vivibilità cittadina”.

    Assembramenti che “generano fenomeni di incontrollabilità e congestione delle strade con conseguenti profili di pericolo in termini di sicurezza, di ordine pubblico e di impossibilità di tempestivo intervento dei mezzi in caso di emergenza”. È previsto in ogni caso un rafforzamento dei controlli nelle aree della movida.

    Di seguito le saree e strade cittadine oggetto dell’ordinanza:

    CHIAIA – ZONA CD. BARETTI via Gaetano Filangieri (da piazzetta Rodinò a via Santa Caterina a Chiaia), via Santa Caterina a Chiaia, piazza dei Martiri, via Carlo Poerio, via Giuseppe Fiorelli, Largo Ferrandina, Via Cavallerizza a Chiaia

    CENTRO STORICO via Mezzocannone, via de Marinis, via Candelora, via S. Chiara, via S. Sebastiano, via Port’Alba, via S. Maria di Costantinopoli, via Sapienza /Via del Sole, piazza Miraglia, via S. Pietro a Maiella

    QUARTIERI SPAGNOLI vico delle due porte a Toledo, vico Tre Regine, vico S. Sepolcro, via Toledo

    STRADE DEL QUARTIERE VOMERO piazza Ferdinando Fuga, piazza Vanvitelli, via Aniello Falcone, via Raffaele Morghen, via Gian Lorenzo Bernini, via Alessandro Scarlatti, via Luca Giordano, via Giovanni Merliani, via Enrico Alvino, piazza Medaglie d’Oro, piazza Immacolata, piazza Leonardo, piazza degli Artisti, piazza Francesco Muzii, piazzale San Martino.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

    Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE