Pd, De Luca chiede primarie vere: ‘Basta correnti e guerre tessere’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Pd, De Luca chiede primarie vere: “Basta correnti e guerre tessere”. Per il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca: “Va rifatto tutto. Candidarmi? Mai porre limiti a provvidenza”

“Letta ha mostrato grande dignità e onestà politica nell’assumersi ogni responsabilità. Ma i problemi sono antichi. Ci siamo presentati senza identità, programmi e alleanze. Anni di illusioni sul ‘campo largo’, un’espressione salottiera da cancellare”.

E’ quanto afferma il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, in un’intervista alla Stampa, in cui chiede primarie vere e accusa il partito di essere vittima delle correnti. “Mi auguro – afferma – che si trovi il coraggio di fare un percorso congressuale del tutto aperto, con primarie vere, senza ipoteche correntizie e guerre di tessere, e con modifiche regolamentari se necessario”.

    “Negli anni il Pd ha assorbito il peggio delle grandi tradizioni politiche – attacca – il correntismo doroteo, fino a logiche tribali, il centralismo burocratico ottuso e indifferente ai territori e alla persona. Tutto questo va spazzato via”.

    Sul proprio futuro politico, per il quale si ipotizza una candidatura alla segreteria del Pd, ma anche un terzo mandato in Campania, De Luca avverte: “Mai porre limiti alla provvidenza. Nel Pd deve essere permanente la spinta al rinnovamento politico, generazionale e di genere”. 

     



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Pietramelara, urta scooter e causa lesioni al conducente: 57enne denunciato

    Durante la serata del 19 febbraio, un 57enne di Pietramelara (Caserta) è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali stradali in seguito all'urto laterale...

    ‘Babas, memorie di un cane rosso’, Stella Cervasio presenta il suo ultimo libro al Vomero

    Una donna e un incrocio di molosso sono i protagonisti di una storia speciale di amicizia, basata su rispetto e protezione. Il libro "Babas, Memorie...

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE