Casal di Principe, 3 rapine in pochi giorni: preso bandito del veicoli commerciali

SULLO STESSO ARGOMENTO

Avrebbe commesso almeno tre rapine in pochi giorni nello scorso mese di luglio, ai danni di conducenti di veicoli commerciali, il 45enne di Casal di Principe cui i carabinieri hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Napoli Nord.

E sempre con le stesse modalità: con la sua Fiat 500 L di colore bianco e tetto nero, è emerso dalle indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord e realizzate dai carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, avvicinava le vittime che erano nei furgoni, le minacciava con una pistola, poi rivelatasi giocattolo, e si faceva consegnare il denaro. Con i suoi colpi ripetuti in pochi giorni, ha destato allarme sociale tra la popolazione.

Il 45enne era già stato arrestato dopo due rapine, poi mentre era in carcere i carabinieri della Compagnia di Casal di Principe hanno trovato le prove del suo coinvolgimento anche in un altro colpo commesso il 7 luglio, quando, vestito da bermuda e polo rossa e con un cappellino, rapinò il denaro al conducente di un Iveco Daily blu e bianco a San Cipriano d’Aversa.

    Determinanti per le indagini si sono rivelate le immagini estratte dal sistema di videosorveglianza installate nei pressi del luogo in cui il rapinatore ha agito. Le tre vittime hanno quindi fornito subito dopo i colpi descrizioni risultate utili agli inquirenti, e hanno poi riconosciuto il bandito.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Pietramelara, urta scooter e causa lesioni al conducente: 57enne denunciato

    Durante la serata del 19 febbraio, un 57enne di Pietramelara (Caserta) è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali stradali in seguito all'urto laterale...

    Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

    A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE