Bimba caduta dal terzo piano a Fisciano: arrestato il padre

SULLO STESSO ARGOMENTO

E' accusato di tentato omicidio il 40enne di che nella mattinata di ieri ha lasciato cadere dalla finestra la sua figlioletta di appena due anni.

E' rinchiuso nel carcere di Salerno dalla serata di ieri su disposizione della Procura di Nocera Inferiore ( pm Roberto Lenza). La piccola ha compiuto un volo dal terzo piano da un'abitazione al Corso San Vincenzo a Fisciano: è viva per miracolo perché la sua è stata attutita da una rete sottostante.

La tragedia ieri mattina poco dopo le 9.30 quando i soccorritori dell'associazione “La Solidarietà” ricevono una richiesta d'intervento per una bimba precipitata nel vuoto dalla finestra della sua abitazione, al terzo piano di un palazzo di Corso San Vincenzo. All'arrivo dei soccorritori la piccola è cosciente, piange ed è spaventata.

    In ambulanza viene trasportata d'urgenza al “Ruggi” di dove viene presa in carico dai medici del reparto di Chirurgia Pediatrica. I primi esami consentono di appurare che la piccola è fuori pericolo ma i sanitari dispongono comunque il trasferimento al di Napoli dove la bimba di due anni viene operata per una frattura all'omero.

    Il volto presenta diversi graffi, un elemento che lascia ipotizzare che il volo dal terzo piano possa essere stato attutito da una rete in ferro che si trova poco distante dal punto nel quale è stata ritrovata e che potrebbe aver salvato la vita alla piccola.

    Nel frattempo in Corso San Vincenzo, a due passi dal Comune di Fisciano, i carabinieri passano al setaccio l'abitazione e la zona dove è caduta la piccola. I militari della compagnia di Mercato San Severino e quelli del reparto operativo di Salerno, guidati dai comandanti Massimo Avallone e Luigi Aureli, indirizzano subito le indagini in una direzione precisa. Ed i sospetti ricadono sul padre della bimba anche se non è ancora affatto chiaro perchè possa aver compiuto un gesto del genere.

    Nel frattempo sul posto arriva anche il personale della Scientifica per provare a recuperare elementi utili a ricostruire la vicenda. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore presso il Tribunale di Nocera Inferiore, Roberto Lenza, in serata arrivano ad una svolta: il padre della piccola, un 40enne, viene arrestato e condotto in carcere a Salerno con l'accusa di tentato omicidio.

    La ricostruzione del movente e della dinamica sono ancora poco chiari. La ricostruzione del movente e della dinamica sono ancora poco chiari. Le uniche certezze, per ora, sono tre: un volo dal terzo piano, una bimba di due anni viva per miracolo ed un padre in carcere. “Una comunità sotto choc”. È il commento del sindaco di Fisciano, Vincenzo Sessa.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    telegram

    Bimbo di 5 mesi muore azzannato dal pitbull di famiglia

    Un'immane tragedia ha colpito la comunità di Palazzolo Vercellese. Un bambino di soli cinque mesi è morto dopo essere stato azzannato da un cane di grossa taglia, un pitbull, all'interno della sua abitazione. I soccorsi sono stati immediati, ma purtroppo per il piccolo non c'è stato nulla da fare. Il...

    L’allarme di Arcigay: 149 casi di violenza o discriminazione nell’ultimo anno

    Nell'ultimo anno sono stati registrati 149 casi di violenze o discriminazioni ai danni di persone LGBTQI+, con una media di uno ogni due giorni. L'allarme e i dati sono forniti da Arcigay, che tiene il conto degli articoli di stampa e, in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, la...

    IN PRIMO PIANO