Salerno, documenti falsi per ottenere finanziamenti: ai domiciliari

Salerno, documenti falsi per ottenere finanziamenti: ai domiciliari un salernitano colto in flagranza di reato. Con documenti falsi otteneva da istituti di credito l’emissione di assegni o accedeva a finanziamenti di rilevanti somme di denaro. E’ quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Salerno che lo scorso 30 agosto ha arrestato un salernitano in flagranza […]

google news

Salerno, documenti falsi per ottenere finanziamenti: ai domiciliari un salernitano colto in flagranza di reato.

Con documenti falsi otteneva da istituti di credito l’emissione di assegni o accedeva a finanziamenti di rilevanti somme di denaro.

E’ quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Salerno che lo scorso 30 agosto ha arrestato un salernitano in flagranza di reato, in quanto trovato in possesso di documenti di identificazione e reddituali falsi utilizzati per ottenere illecitamente da istituti di credito l’emissione di assegni circolari o per accedere indebitamente a finanziamenti.

LEGGI ANCHE  Caivano, in auto con la droga fuggono ai Carabinieri: uno preso. E' caccia al complice

Tra i documenti falsi trovati, carte d’identità, buste paga, dichiarazioni fiscali e certificazioni uniche.

L’uomo è stato sottoposto a giudizio direttissimo nel corso del quale gli è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Meteo Napoli, oggi solo temporali e pioggia

Meteo Napoli l'autunno e' partito con piogge diffuse anche sotto forma di nubifragi

Gragnano, 3 furti durante l’estate: in manette i due ladri seriali

Gragnano. Sono accusati di tre furti tutti avvenuti la scorsa estate. Per questo motivo i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno arrestato due...

Soccorso con elicottero in aeroporto militare di Grazzanise

Un uomo gravemente ustionato, trasferito in elicottero a Genova da Grazzanise

Napoli ricorda Giancarlo Siani nel 37esimo anniversario dell’assassinio

A Napoli i ragazzi lo sentono ancora vivo tra di loro

IN PRIMO PIANO

Pubblicita