Aggiornato -

15 Agosto 2022 - 11:49

Aggiornato -

lunedì 15 Agosto 2022 - 11:49
HomeCronaca di CasertaCaserta, danneggiano dipinti e opere d’arte a casa di un imprenditore: due...

Caserta, danneggiano dipinti e opere d’arte a casa di un imprenditore: due donne a processo

Caserta, danneggiano dipinti e opere d’arte a casa di un imprenditore: due donne a processo. Il Pubblico Ministero chiede ed ottiene il rinvio a giudizio, a carico di due giovani donne dell’alto casertano. Fissata l’udienza […]
google news
assolti gestori nefertari
foto di repertorio

Caserta, danneggiano dipinti e opere d’arte a casa di un imprenditore: due donne a processo. Il Pubblico Ministero chiede ed ottiene il rinvio a giudizio, a carico di due giovani donne dell’alto casertano. Fissata l’udienza dibattimentale in Tribunale per il 2 dicembre prossimo. Dovranno comparire dinanzi al Giudice Penale, Valentina Torino (29 anni di Alvignano, dottore di ricerca in agraria all’Università del Molise) e Ilaria Siciliano (31 anni di Alife, comproprietaria di un noto ristorante in loco) difese dagli avvocati Giuseppina Torino, Giuseppe Rochira, Massimiliano e Luisa De Matteo.

A firmare il decreto dibattimentale il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale sammaritano, la dott.ssa Anna Ida Capone, che ha mandato sotto processo le due donne per il reato di violazione di domicilio, quello di deturpamento e l’imbrattamento di cose altrui in quanto, dopo aver violato il domicilio di un giovane imprenditore della zona P. G., avrebbero deturpato quadri di valore e di importanti firme nel campo della pittura presenti nell’abitazione della vittima mediante l’utilizzo di una penna a sfera. Due in particolare le opere, dipinti su tela, che sarebbero state semidistrutte in quella circostanza: quella dell’artista Pier Toffoletti e dell’artista Domenico Di Genni, ambedue conosciute in ambito internazionale.

Successivamente sempre nel domicilio di P.G. nel quale la Torino e la Siciliano si erano introdotte dopo di aver aperto la porta blindata e disattivato il sistema d’allarme vi rimanevano contro la volontà del proprietario, esse poi prendevano bottiglie di vini e spumanti e una volta stappate, con il loro contenuto imbrattavano numerosi capi di abbigliamento (di alto pregio e di importanti firme) di proprietà del giovane, rovinavano anche le mura del suo ripostiglio e il mobilio collocato nell’abitazione di P.G., poi rompevano vasi e volti in ceramica che erano lì allocati. La dott.ssa Capone ha anche contestato nel capo d’imputazione a carico di Valentina Torino e Ilaria Siciliano l’aggravante di aver commesso i fatti delittuosi su beni immobili di proprietà di P.G. e soprattutto su beni d’interesse storico comprovato.

I fatti risalgono a oltre un anno e mezzo fa quando il giovane imprenditore, noto per la sua attività lavorativa nell’alto casertano, assistito dagli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo depositò al locale Comando Stazione Carabinieri di Alvignano una querela indirizzato al Procuratore della Repubblica in cui espose i fatti e denunciò le due giovani donne ex sue amiche allegando prove di quanto asseriva. A seguito di una indagine investigativa condotta dai militari dell’Arma su delega dell’Autorità Giudiziaria è nato il procedimento penale nel quale le due imputate si dovranno difendere e in cui la parte lesa si costituirà parte civile per ottenere la condanna delle imputate e il ristoro dei danni patiti.

Vincenzo Scarpa
Vincenzo Scarpahttps://www.cronachedellacampania.it
Vincenzo Scarpa, Giornalista Pubblicista per Cronache della Campania e Studente di Scienze Politiche all'Università di Napoli Federico II. Appassionato di qualsiasi tipo di sport, ama scrivere e parlare principalmente di calcio

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Napoli, disoccupati davanti alla sede Rai simulando un lido balneare

A Ferragosto centinaia di disoccupati e disoccupate sono in piazza, vicino lo Stadio Maradona di Napoli verso la sede della Rai di Via Marconi,...

Napoli, inchiesta sulla morte post parto di Vincenza Donzelli

Sarà l'inchiesta della magistratura a stabilire le cause dea morte di Vincenza Donzelli, 43 anni fondatrice della Galleria Borbonica. I familiari hanno presentato una denuncia...

Golfo di Policastro, muore a 18 anni giovane promessa del calcio

E' morto a soli 18 anni Lorenzo Pio Coronato, giovane calciatore di Ispani, in provincia di Salerno, coinvolto in un grave incidente stradale nella...

 Meteo Napoli, nuvolosità innocua e da domani il gran caldo

meteo Napoli, il tempo pienamente bello dopo i nubifragi dei giorni scorsi. Poi da domani irromperà dal nordafrica la sesta ondata di calore verso il...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita