HomeUltime Notizie OggiErcolano, latitante arrestata dai carabinieri a Pistoia

Ercolano, latitante arrestata dai carabinieri a Pistoia

google news

Ercolano. Era latitante da un anno, cercando di scappare da una condanna di quasi otto anni di reclusione: è stata scovata e arrestata dai carabinieri a Pistoia in Toscana.

La donna, 56 anni residente ormai da anni in Toscana, che nel giugno del 2021, colpita da un provvedimento di carcerazione per pene legate a reati contro il patrimonio e nell’ambito degli stupefacenti, si era resa irreperibile, sottraendosi alla giustizia e facendo perdere le proprie tracce.

Pedinamenti, intercettazioni, appostamenti nel cuore della notte, nascosti dentro furgoni anonimi dal cui interno scattare foto e registrare filmati. Così i carabinieri della sezione operativa del Norm della compagnia di Pistoia hanno seguito, per quasi un anno, ogni traccia e possibile indizio utile a localizzarla.

In 11 mesi di indagini, coordinate dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Firenze, i militari hanno seguito parenti, amici, ascoltato decine e decine di conversazioni telefoniche raccogliendo ogni piccolo indizio, notando ogni piccolo errore che poteva condurli sulle tracce della donna.

I familiari, infatti, non parlavano mai di lei e, anche quando la contattavano, la donna non veniva mai chiamata per nome e le telefonate erano sempre brevissime, criptiche, per minimizzare i rischi di venire individuati.

Ciononostante, i carabinieri non hanno tralasciato alcuna traccia e hanno analizzato ogni minimo elemento, ogni sottile incongruenza nelle telefonante e nei movimenti dei familiari. Mettendo a sistema i dati raccolti, alla fine come in un puzzle, emergeva sempre più chiaramente il luogo scelto dalla donna per la sua latitanza: una città, Pistoia, poi una strada, infine un’abitazione: il nascondiglio della donna.

Ormai certi di aver individuato con esattezza l’appartamento, nel cuore della notte del 18 maggio, i militari hanno raggiunto l’abitazione della donna, che è stata circondata ad ogni lato per evitare ulteriori tentativi di fuga. A quel punto, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno bussato alla porta dell’appartamento dove la donna si stava nascondendo ormai da diversi mesi.

All’interno apparentemente solo il compagno della pregiudicata, che fingendosi ignaro di tutto ha invitato i militari a entrare: non poteva sapere che grazie alle intercettazioni, i carabinieri già sapevano dell’esistenza di una nicchia, una piccola rientranza nel muro dove la donna si nascondeva ogni volta avesse il sospetto di controlli imminenti o per nascondersi alla vista di chi non doveva sapere.

E proprio li, nella nicchia occultata alla vista da un armadio, i militari trovavano la 56enne, che a quel punto non ha opposto alcuna resistenza, consegnandosi ai carabinieri. La donna, che era risultata anche parte di un’organizzazione criminale finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti con connessioni e contatti con la criminalità organizzata casertana, è stata accompagnata nel carcere fiorentino di Sollicciano: dovrà scontare una pena di 7 anni e 11 mesi, nonché l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

 

Redazione
Redazionehttps://www.cronachedellacampania.it
Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Manfredi incontra i detenuti di Poggioreale: “Sollecitiamo soluzione al sovraffolamento”

Visita nel carcere di Poggioreale questa mattina per il sindaco di Napoli Gaetano MANFREDI, che nell'ambito della rassegna "Napoli città della musica" ha incontrato...

Sciopero Ryanair, oltre 90 voli cancellati

Sono oltre 90 i voli Ryanair cancellati in Italia per lo sciopero di 24 ore proclamato da Filt-Cgil e Uiltrasporti per oggi. Circa 40...

Cardarelli, la Cgil: “Nuovo stop al pronto soccorso è punto non ritorno”

"Purtroppo abbiamo dovuto assistere impotenti a una nuova chiusura del pronto soccorso del Cardarelli di Napoli. Siamo veramente giunti ad un punto di non...

Napoli, indagato per omicidio stradale l’uomo che ha investito e ucciso il bimbo a Fuorigrotta

Napoli. Un'auto 'impazzita' che perde il controllo, sbanda, colpisce un'altra auto, poi travolge una mamma con un bimbo, che muore all'istante. Una tragedia questa...

CRONACHE TV

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita