HomeCronaca NeraCamorra, facevano recupero crediti per conto del clan Cesarano

Camorra, facevano recupero crediti per conto del clan Cesarano

I carabinieri hanno arrestato Giovanni Cafiero di 43 anni di Sant'Antonio Abate e Gennaro Spronello di Pompei di 41 anni
google news

Camorra. Erano gli esattori del clan Cesarano e facevano quelle che in gergo vengono chiamate le operazioni di recupero crediti della criminalità.

Questa notte, però, i militari della Compagnia Carabinieri di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di Giovanni Cafiero di 43 anni di Sant’Antonio Abate e Gennaro Spronello di Pompei di 41 anni.

Entrambi collegati al clan Cesarano, operante a Castellammare di Stabia ed in aree limitrofe, gravemente indiziati del reato di tentata estorsione aggravata dal metodo e dalla finalità camorristica.

L’attività investigativa, condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castellammare di Stabia e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, ha consentito di accertare che i due, con minaccia concretatasi nella valenza intimidatoria derivante dalla nota riconducibilità di entrambi al clan Cesarano, avrebbero posto in essere atti diretti a costringere i titolari di un’importante società di raccolta rifiuti di Sant’Antonio Abate a restituire il debito di 100.000,00 euro circa contratto nei confronti di altro imprenditore.

Nello specifico i due arrestati, assolutamente estranei alla compagine sociale dell’azienda creditrice, tra i mesi di novembre e di dicembre del 2020 si sarebbero adoperati per recuperare il corrispettivo economico di alcune forniture risalenti al 2017 ed al 2018, imponendo, parallelamente alla riscossione del debito, anche la restituzione della merce giacente.

Al termine delle formalità di rito, i due indagati sono stati associati al carcere.

Giuseppe Del Gaudio
Giuseppe Del Gaudiohttps://www.cronachedellacampania.it
Giuseppe Del Gaudio, giornalista professionista dal 1991. Amante del cinema d'azione, sport e della cultura Sud Americana. Il suo motto: "lavorare fa bene, il non lavoro: stanca"

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Manfredi incontra i detenuti di Poggioreale: “Sollecitiamo soluzione al sovraffolamento”

Visita nel carcere di Poggioreale questa mattina per il sindaco di Napoli Gaetano MANFREDI, che nell'ambito della rassegna "Napoli città della musica" ha incontrato...

Sciopero Ryanair, oltre 90 voli cancellati

Sono oltre 90 i voli Ryanair cancellati in Italia per lo sciopero di 24 ore proclamato da Filt-Cgil e Uiltrasporti per oggi. Circa 40...

Cardarelli, la Cgil: “Nuovo stop al pronto soccorso è punto non ritorno”

"Purtroppo abbiamo dovuto assistere impotenti a una nuova chiusura del pronto soccorso del Cardarelli di Napoli. Siamo veramente giunti ad un punto di non...

Napoli, indagato per omicidio stradale l’uomo che ha investito e ucciso il bimbo a Fuorigrotta

Napoli. Un'auto 'impazzita' che perde il controllo, sbanda, colpisce un'altra auto, poi travolge una mamma con un bimbo, che muore all'istante. Una tragedia questa...

CRONACHE TV

1 commento

I commenti sono chiusi.

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita