HomePrimo PianoIl business dei tamponi fai da te- e dispositivi anti-covid sul web....

Il business dei tamponi fai da te- e dispositivi anti-covid sul web. La denuncia delle parafarmacie

Il #businessdeitamponi fai da te- e dispositivi anti-covid sul web. La denuncia delle parafarmacie. Alcuni #parafarmacisti si sono rivolti al Consigliere Borrelli 
google news
business dei tamponi
Foto dal web

Il business dei tamponi fai da te- e dispositivi anti-covid sul web. La denuncia delle parafarmacie. Alcuni parafarmacisti si sono rivolti al Consigliere Borrelli

L’emergenza covid, sin dalle sue origini, è per qualcuno un’opportunità di business e/o di sciacallaggio. Sin dai primi mesi della pandemia, infatti, sul web e sui social diversi utenti, approfittando delle paure legate al contagio, hanno cominciato a vendere, molto spesso a prezzi fortemente lievitati, dispositivi anti-contagio e prodotti per l’igiene, come mascherine e gel disinfettanti.

A quasi due anni di distanza, poco o nulla è cambiato. Anzi mentre i prodotti sopracitati continuano ad essere venduti sui vari gruppi Facebook e sui Marketplace, ora il vero business è rappresentato dai test tamponi rapidi fai-da-te.

Il fenomeno preoccupa, non poco, la categoria dei parafarmacisti campani. Alcuni di essi si sono rivolti al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che già aveva denunciato il fenomeno: “sui social ci sono centinaia di persone che vendono tamponi rapidi covid, mascherine, igienizzanti a prezzi inferiori a quelli ai quali li acquistiamo noi. Perché non ci sono controlli su questi prodotti abbastanza seri? .

È opportuno che le Autorità monitorino attentamente questo fenomeno e controllino il meccanismo di queste vendite. Oltre al grave pericolo che si faccia speculazione sulle esigenze e sulle paure della popolazione, c’è il rischio che si mettano in commercio prodotti non conformi alle normative europee o che comunque si faccia business non attendendosi alle normative di vendita.

Inoltre questi test non sono tracciabili e quindi molte potrebbero non autodenunciarsi in caso di positività. Crediamo che bisogni affidarsi a dei professionisti per verificare un’eventuale positività al Covid. Bisognerebbe realizzare i tamponi a prezzi calmierati come avviene con la vendita delle mascherine. ”- sono le parole di Borrelli.

Gustavo Gentile
Gustavo Gentilehttps://www.cronachedellacampania.it
Esperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E' stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana.

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Napoli, incendio a Capodimonte: residui fino al centro città, paura tra i residenti

Un incendio è divampato nel quartiere di Capodimonte a Napoli all'altezza di Porta Grande del Parco museale. Le fiamme sono scoccate all'interno di un'area...

Napoli, condannato a 6 anni per maltrattamenti in famiglia: arrestato 46enne alla Duchesca

Napoli, condannato a 6 anni e 6 mesi di carcere per maltrattamenti in famiglia, estorsione e rapina: arrestato 46enne alla Duchesca. Stamattina gli agenti della...

Mamma vegana dà solo frutta e verdura al figlioletto: muore a 18 mesi

Sta facendo discutere la vicenda della mamma vegana accusata di aver fatto morire il figlioletto di 18 mesi perché nutrito con sola frutta e...

Napoli, ruba bici elettrica a uomo mentre va al lavoro: arrestato 18enne

Napoli. Stamattina gli agenti del Commissariato Dante hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa giovedì dal G.I.P. del...

CRONACHE TV

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita