Antonello #Venditti protagonista il 7 dicembre, a #Castellammare di Stabia, di un concerto gratuito per valorizzare l’area archeologica degli #ScavidiStabiae.






protagonista il 7 dicembre, a Castellammare di Stabia, di un per valorizzare l’area archeologica degli Scavi di Stabiae.

Promosso dal Comune di Castellammare, in sinergia con il MiC Ministero della Cultura e con il Parco Archeologico di Pompei, il concerto, sull’arenile della Città Metropolitana di Napoli, s’inserisce all’interno dell’IMAGinACTION Tour – Festival Internazionale del Videoclip , evento impegnato a supporto dei beni culturali e ambientali del nostro Paese. “Attraverso le riprese di immagini che partendo dal Museo di Quisisana arrivano fino agli per finire a quelli di Pompei, esalteremo le bellezze culturali e architettoniche di questo straordinario paesaggio” spiega il regista Stefano Salvati, direttore artistico di IMAGinACTION. La serata che mette ‘l’arte al centro della storia’ non e’ la prima iniziativa di questo tipo che coinvolge l’artista romano. nel 2017 e’ stato insignito del titolo di ambasciatore della Riserva della Biosfera Delta del Po (MAB UNESCO), in occasione del live sulla spiaggia di Comacchio. Con il concerto a Castellammare di Stabia, le due aree culturali (Scavi Archeologici di Stabia e Riserva Biosfera Delta del Po) si uniscono simbolicamente in un gemellaggio nel nome della grande musica. Il sito di Stabiae afferisce al Parco Archeologico di Pompei. “Un evento culturale che rientra in un circuito piu’ ampio di valorizzazione e marketing del territorio, perche’ andra’ a coinvolgere anche il sito archeologico di Stabia e il Museo Libero D’Orsi, per proiettare le nostre ricchezze oltre confine” dichiara il di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino. “Castellammare diventerà il centro di un percorso culturale che inizia oggi e proseguirà anche infuturo, nel segno di una continuità di eventi di alto profilo”.

Il concerto sarà gratuito

Antonello Venditti (pianoforte e voce) sarà accompagnato da Alessandro Canini (batteria), Danilo Cherni (tastiere), Angelo Abate (pianoforte) e Amedeo bianchi (sax).


Laboratori d’avanguardia e archistar, Napoli accoglie Arkeda 2021

Notizia precedente

L’ultimo fuggiasco di Ercolano e i suoi averi

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..