Gli Osanna: i 50 anni della band e un nuovo album

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modalità lettura

Gli Osanna, nati dalla volontà di Lino Vairetti nel 1970, protagonisti del movimento “neapolitan power”, hanno celebrato e festeggiato, i loro 50 anni di attività.

Si presentano oggi, nel 2021, con tre pubblicazioni parallele: un nuovo album dal titolo “Osanna 50 – Il Diedro del Mediterraneo”, un libro L’Uomo. Sulle note di un veliero– “Vita e arte di Lino Vairetti e degli Osanna” scritto da Franco Vassia e un film documentario “Osannaples”.

I brani contenuti nell’album “Il Diedro del Mediterraeno” sono legati tra loro da un filo conduttore, si alternano e si fondono come in un “concept album”. Temi sociali, politici, ambientali e culturali si manifestano poeticamente focalizzando e mettendo in luce la figura emblematica dell’“uomo” e i concetti reali e ancestrali legati alla “esistenza”, al “tempo” e a “Dio”.



    Già film di culto del nuovo documentarismo italiano, il ‘rockumentary’ “Osannaples”, scritto e diretto da M. Deborah Farina, racconta, tra passato e presente, la controcultura musicale di Napoli a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, fino all’esplosione del cosiddetto NaplesPower, attraverso la storia degli Osanna, seminale progressive rock band partenopea nata nel 1970 tra il Vomero e l’Accademia di Belle Arti di Napoli (composta da Lino Vairetti, Danilo Rustici, Elio D’Anna, Massimo Guarino e Lello Brandi) e rifondata da Lino Vairetti nel 1999 con una nuova line up che oggi annovera talentuosi musicisti come: Gennaro Barba, PakoCapobianco, Enzo Cascella, Sasà Priore e Irvin Vairetti. Excursus tra tradizione e avanguardia, rivoluzione politica e musicale, il doc, oltre a voler rendere l’affresco di un’epoca, celebra i 50 anni di carriera della band.

    Documenti e filmati storici, spesso inediti, si alternano a filmati originali girati in varie località della Campania quali le Grotte di Castelcivita e Oliveto Citra nel salernitano, Castel Sant’ Elmo, San Martino e vari quartieri di Napoli dai Decumani al Vomero, Pozzuoli, Lago Patria e la foce del fiume Volturno e le spiagge di Castel Volturno nel Casertano.

     


    Torna alla Home


    Nel carcere do Opera, Domenico Massari ha ucciso con la cintura dell'accappatoio il narcos Antonio Magrini
    La tranquillità post-partita è stata spezzata dai violenti scontri avvenuti al termine della partita tra Monza e Napoli dello scorso 7 aprile. Il Questore di Monza e della Brianza, Salvatore Barilaro, ha emesso una serie di provvedimenti draconiani contro gli ultras locali, autori delle violente aggressioni ai danni della...
    Il Procuratore di Napoli critica duramente le modifiche introdotte dal governo e dalla maggioranza.
    Oroscopo di oggi 21 aprile 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete (21 marzo - 19 aprile): Oggi potresti sentirti un po' in tensione, Ariete. Mercurio in transito nella tua casa della comunicazione potrebbe portare a fraintendimenti o dispute. Cerca di mantenere la calma e evita di saltare a...

    IN PRIMO PIANO