Caserta, con petardo danneggiano parchimetro: 4 denunciati, tre sono minori

SULLO STESSO ARGOMENTO

La Polizia di Caserta, al termine di serrata attività investigativa, ha denunciato quattro persone, di cui tre minori, che si sono resi responsabili del danneggiamento di un parchimetro, utilizzando un potente petardo.

Gli operatori della Squadra Volante del commissariato della Polizia di Aversa, dopo la mezzanotte del 28 dicembre scorso, su segnalazione di un passante, sono intervenuti in Piazza Paul Harris, dove ignoti, dopo aver introdotto in uno sportellino esterno un potente petardo, provocandone l’esplosione, avevano danneggiato gravemente il dispositivo.

Grazie ad alcune testimonianze e all’acquisizione delle immagini di un sistema di videosorveglianza installato nella zona, è stato individuato il veicolo su cui si erano allontanati gli autori del fatto, per poi recarsi vicino a un bar poco distante.

    Gli investigatori sono così riusciti a identificare il proprietario e gli occupanti del mezzo. I quattro sono così stati denunciati per danneggiamento aggravato e accensioni pericolose.






    LEGGI ANCHE

    Giugliano, naso rotto ad ausiliario del traffico per una multa

    Una aggressione particolarmente grave ha visto un vigilino subire una frattura al setto nasale per un ticket da 50 centesimi non pagato. Il sindaco...

    Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

    "Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

    Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

    A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE