. I carabinieri di hanno arrestato un 23enne di per truffa aggravata. L’episodio riguarda una donna di 84 anni di Minori, che nella mattinata di ieri era stata contattata telefonicamente da un sedicente amico del nipote che le ha fatto credere che il ragazzo si trovasse nei guai e che per risolvere il problema sarebbero serviti molto soldi.

Nel giro di alcuni minuti si e’ presentato poi alla porta dell’anziana per farsi consegnare denaro, oltre 500 euro, nonche’ anelli, orecchini, bracciali, collane e spille, per un valore stimato di circa 5 mila euro, e si e’ allontanato frettolosamente con il suo scooter.

LEGGI ANCHE  Covid, 10 sindaci dei comuni vesuviani chiedono più controlli
ADS

E’ proprio il mezzo che lo ha incastrato, perche’ gia’ inserito nelle banche dati delle forze di polizia per reati analoghi. Notato passare da una pattuglia in transito a forte velocita’ diretto a Tramonti, e’ stato bloccato al Valico di Chiunzi. La perquisizione personale e del veicolo ha permesso di trovare l’intera refurtiva, oltre a due cellulari dedicati alle truffe, uno dei quali ancora con l’indicazione della via della vittima impostata sul navigatore. Ora e’ ai domiciliari.



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

Napoli, controlli a Chiaia: i vigili bloccano una serata in un negozio

Notizia precedente

Alto impatto a Torre Annunziata: identificate 145 persone

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..