Foja e Diego Armando Maradona Jr. a Nisida per consegnare strumenti musicali

I Foja e Diego Armando Maradona Jr., a Nisida, hanno consegnato #strumentimusicali e maglie da calcio ai ragazzi dell'istituto penale minorile.

google news
foja
foja e diego armando jr/foto di marco carotenuto

I Foja si sono recati a Nisida per portare a conclusione l’iniziativa annunciata lo scorso 22 giugno in occasione dell’uscita della versione in napoletano de “La Mano de Dios”, brano di Alejandro Romero portata al successo mondiale da Rodrigo e tradotta per l’occasione dai Foja.

Lo scopo era quello di dare un contributo concreto alle attività dei giovani in difficoltà attraverso il sentimento di rivalsa sociale che ha accompagnato la figura di Diego Armando Maradona, sempre vicino agli ultimi, in questo caso accomunando musica e sport. L’evento è stato realizzato nella settimana di celebrazione del primo anniversario dalla scomparsa del campione argentino, avvenuta il 25 novembre 2020.

Sono stati consegnati ai ragazzi dell’istituto penale minorile di Nisida strumenti musicali tra cui chitarre, ukuleli, bonghetti, tammorre e tarabuka, e abbigliamento e accessori sportivi (completini di calcio personalizzati, palloni, guanti, casacche, etc.).

LEGGI ANCHE  Sequestro beni per Tony Colombo e Tina Rispoli

Questa iniziativa sociale dal fortissimo significato ha trovato in Diego Armando Maradona Jr. un supporto entusiasta sin dall’inizio. Alla giornata, infatti, sono stati presenti sia lui, nella doppia veste di figlio di Maradona e di allenatore del Napoli United, il progetto calcistico del presidente Antonio Gargiulo dai forti connotati di inclusione e integrazione sempre attento ai temi sociali, sia il Direttore Generale della squadra Pietro Foderini, e il dirigente del settore giovanile Salvatore Sansone con una delegazione di giocatori del club.

 

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

A Marcianise cantiere senza autorizzazioni per la rete elettrica 

Denunciati a Marcianise operai e responsabili: “Comune non ne sa nulla”

Napoli, accoltellato dal giovane rivale in amore: grave 22enne

Il ferito è ricoverato al Vecchio Pellegrini di Napoli: identificato e denunciato il suo aggressore è un 20enne di Montesanto

8 telefonini ritrovati nelle carceri in 24 ore

Per Aldo Di Giacomo, del sindacato Spp: "Il problema non si risolve con una circolare DAP"

Covid in Campania, una nuova vittima, risalgono i ricoveri

Sono 564 i nuovi positivi al Covid in Campania,  di cui 523 positivi all'antigienico e 41 al molecolare

IN PRIMO PIANO

Pubblicita