vina anguissa



Roma-Napoli, il giorno dopo: sui quotidiani in edicola moviole contrastanti sulla direzione dell’arbitro Massa, che ha fatto discutere anche per i tanti cartellini (compresi i due rossi a e ) e qualche decisione al limite su alcuni contatti in area.

Su tutti il contatto in area di rigore tra e Vina, avvenuto al 56′ su una palla vagante che il centrocampista azzurro stoppa e porta avanti di petto prima di cadere a terra perché toccato dall’avversario. La moviola della Gazzetta dello Sport non è convinta delle proteste dei partenopei e parla di un “contatto fortuito”, con il terzino giallorosso che “perde l’equilibrio colpendo lievemente il polpaccio del camerunense”. Non si tratterebbe, però, di “chiaro ed evidente errore”, motivo per il quale non è una situazione rivedibile al VAR. Tutto sommato, quindi, decisione corretta.

LEGGI ANCHE  Napoli, ruba un telefono e fugge poi si schianta contro la moto della polizia: arrestato
ADS

Di tutt’altro avviso l’analisi del Corriere dello Sport: il contatto c’è, Vina colpisce facendolo cadere in area. Di Bello, ieri al VAR, avrebbe dovuto richiamare l’attenzione di Massa facendogli rivedere l’azione all’On Field Review. In tal caso è molto probabile che il direttore di gara avrebbe assegnato il tiro dagli 11 metri agli azzurri. Non solo: il quotidiano parla anche di un possibile rosso ad Abraham, che già ammonito colpisce a gamba alta . “Il colpo non è volontario – si legge – ma il secondo giallo poteva starci ugualmente. Prestazione insufficiente dell’arbitro”.

Vincenzo Scarpa



Vincenzo Scarpa, studente di Scienze Politiche all'Università di Napoli Federico II. Appassionato di qualsiasi tipo di sport e serie tv, ama scrivere e parlare di calcio

Napoli, maxi evasione fiscale da 90 milioni di euro: ai domiciliari

Notizia precedente

‘Borghi e Cibo’, congresso internazionale dedicato agli alimenti della tradizione italiana

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..