Medici Senza Frontiere: donazioni che puoi effettuare

SULLO STESSO ARGOMENTO

Medici Senza Frontiere opera da anni in favore di tutte le popolazioni in fuga dai pesi martoriati dalla guerra. Si tratta di situazioni estremamente difficili, in aree che spesso non hanno le strutture adeguate a far fronte a tutte le emergenze che vivono quotidianamente. Per questo motivo c’è il costante bisogno di un aiuto da parte nostra, un aiuto concreto sotto forma di donazione di denaro che possa aiutare Medici Senza Frontiere nella sua missione umanitaria.

Come fare donazioni a Medici Senza Frontiere

Per poter fare una donazione ci sono molteplici possibilità. La pratica più comoda è quella di affidarsi alle donazioni online; sul sito di Medici Senza Frontiere infatti, è possibile reperire tutte le informazioni sulle tante modalità per dare un contributo alla causa. Una volta effettuato il proprio versamento, si avrà accesso all’area donatori, una sezione del sito dove saranno visibili le donazioni effettuate fino a quel momento, e tutti i metodi di pagamento scelti. Vediamo nello specifico come sostenere MSF.

Donazione “classica”

È quella più semplice. Sul sito sono disponibili tutte le informazioni; una volta inserti i dati anagrafici si può scegliere se fare una donazione singola o una ricorrente. I metodi di pagamento sono molteplici: carta di credito, bonifico bancario, Satispay ecc. Dona con PayPal se lo ritieni più comodo, puoi fare donazioni online PayPal allo stesso modo, inserendolo tra le preferenze come metodo di pagamento scelto.

    Cinque per mille

    Anche questo è sicuramente un metodo comodo e poco invasivo per dare un contributo alla causa. Il cinque per mille viene destinato a un ente benefico di propria preferenza durante la dichiarazione dei redditi; è una percentuale del proprio versamento IRPEF che viene donato in automatico dallo stato e varia, ovviamente in base all’importo dei contributi statali da pagare.

    Testamenti

    In questo caso la casistica è più ampia. Nel caso non si abbiano eredi è possibile lasciare una parte o tutta l’eredità a Medici Senza Frontiere tramite testamento. Il modo più comodo è quello di stipulare una polizza assicurativa, che è svincolata dagli eredi e può avere un beneficiario scelto dal de cuius. Ma è anche possibile lasciare in eredità una somma in particolare, l’intero patrimonio oppure beni mobili (automobili, gioielli, preziosi) e immobili.

    Donazione in memoria

    Con la donazione in memoria è possibile fare in modo che l’intera operazione sia dedicata a una persona in particolare, scomparsa o in difficoltà. Una volta effettuato il pagamento sarà Medici Senza Frontiere stessa a inviare alla famiglia della persona a cui si vuole fare la dedica una lettera che riporti le tue esatte parole al momento della compilazione del modulo.

    Regali e merchandising

    Medici Senza Frontiere produce anche oggetti di merchandising come t-shirt, quaderni, tazze, penne, matite ecc. Acquistandole puoi contribuire alla causa. Tutti i proventi della vendita saranno destinati alle missioni umanitarie sparse per il mondo.

    Diventare partner

    Se sei proprietario di un’azienda o di una piccola o media impresa e fai donazioni verso Medici Senza Frontiere puoi diventare partner e aiutare ulteriormente la Onlus coinvolgendo i tuoi dipendenti o entrando nella distribuzione del suo merchandising.

    Grandi donazioni

    Per tutte quelle persone che ancora si chiedessero come vengono utilizzati i fondi destinati agli enti benefici, sul sito di Medici Senza Frontiere è disponibile un resoconto dettagliato. In caso di grandi somme donate, ad esempio, da un filantropo, è possibile da subito vedere come verranno spese in base alla cifra.

     

    Queste sono solo alcune delle possibilità che Medici Senza Frontiere mette sul piatto. Ricorda, inoltre che le donazioni in Italia sono detraibili o deducibili, sia per le imprese che per i privati. Un motivo in più per aiutare la Onlus nella usa difficile, seppur nobile, missione.






    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE