Sesto appuntamento, domani 22 ottobre (ore 21) e venerdì 23 ottobre (ore 21), con la rassegna promossa dall’Associazione Consorzio “La Città Teatrale” di Salerno, “Qui fu Napoli… Qui sarà ”.

Questa volta l’appuntamento è al Teatro Ridotto di Salerno, dove la Compagnia Dell’Arte, diretta da Antonello Ronga, metterà in scena, con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, ““.

ADS

Sempre più spesso si vedono in giro persone che accumulano cose, oggetti come se fossero un’ancora di salvezza verso un passato che è stato, o una possibile strada verso il futuro, un futuro che si spera migliore; mania sempre più diffusa sindrome dell’accumulo compulsivo… e se invece di accumulare oggetti, si accumulassero parole, e meglio ancora, le parole di un grande drammaturgo, parole che sono diventate letteratura, e perché no, anche leggenda? Se gli esuli della società di oggi accumulassero questo sapere, per cercare nel passato un futuro migliore?

LEGGI ANCHE  Napoli, controlli straordinari : 3 persone denunciate a Materdei

La Compagnia dell’Arte porta in scena uno spettacolo in cui cinque anime sono legate da un unico destino: trovare la salvezza. Salvezza che forse solo le parole possono dare. “Il viaggio universale dei corpi, sempre più umanamente profughi, in questa società di anime di ogni tempo”.

Un viaggio nell’universo “eduardiano” quello intessuto dal regista Antonello Ronga che, ancora una volta rielabora un testo facendolo proprio, dando vita cosi ad uno spettacolo unico nel suo genere. In scena: Valentina Tortora, Mauro Collina, Teresa Di Florio, Fortuna Capasso, e Vincenzo Triggiano.

A trentasette anni dalla scomparsa del grande autore, le sue parole prendono vita in forma nuova, ancorate al futuro, scardinate dalla tradizione, e proiettate, verso un teatro che ascolta le parole di tutti.



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Cresce il contagio covid in Italia: oggi 3794 nuovi casi

Notizia precedente

In Russia compare la nuova variante del coronavirus AY.4.2

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..