9 cent a pagina Web visitata: l’ultima trovata delle truffe telefoniche

Molti utenti sono stati truffati con i servizi mobili a pagamento

google news
casamicciola
foto di repertorio

9 centesimi di euro per pagina Web visitata: era uno dei trucchi dei “servizi premium” truffaldini, quelli delle suonerie e degli oroscopi per capirci, per rubare denaro ai “clienti” ottenuti generalmente con l’inganno.

Il costo in bolletta -come riporta Hdblog.it- a fine mese rimaneva basso per il singolo utente, visto che era stato imposto un limite di 1 euro al mese, per evitare di allarmarlo. Ma moltiplicato per il numero di abbonati più o meno involontari è facile immaginare che le cifre diventano importanti piuttosto in fretta.

A svelarlo nell’ambito dell’inchiesta portata avanti dalla Procura di Milano è un ex consulente di Accenture, azienda che ha fornito la piattaforma tecnologica a Wind nel periodo tra febbraio e giugno del 2020, subentrando alla precedente Pure Bros. Il consulente dice che la richiesta era arrivata da Vetrya, che a fine dicembre 2019 era subentrata sempre a Pure Bros (una delle principali indagate nella vicenda) per gestire i contratti dei produttori di contenuti per Wind.

L’indagine si protrae da oltre un anno ormai: WindTre è stata la società più coinvolta tra gli operatori, con perquisizioni e sequestri ingenti. Lunedì è stato disposto un nuovo sequestro preventivo nei confronti delle società partner Accenture e Vetrya, con somme pari a 204.000 e 109.000 euro rispettivamente. Negli scorsi mesi era stato disposto il sequestro di 21 milioni di euro dai conti di Wind: erano le percentuali derivate dall’attivazione fraudolenta, tramite appunto Pure Bros, di servizi premium di società come Bright Moby e Yoom.

LEGGI ANCHE  Napoli, donna ferita e poi un accoltellamento: botta e risposta ai Quartieri Spagnoli

Intanto i “clienti” dei VAS sono crollati a praticamente zero, come conseguenza del cambio delle regole. Da qualche tempo la possibilità di attivare servizi premium è disattiva per default: chi vuole attivarli deve fare espressa richiesta all’operatore. Degli 8,2 milioni di abbonati a Wind, appena 390 l’hanno fatto. Il nuovo AD di WindTre aggiunge altri dati che aiutano a mettere in prospettiva l’entità del cambiamento: le attivazioni su Accenture erano intorno alle 30/40.000 al giorno nel mese di aprile 2020, già a giugno 2020 erano scese a 2.000, e a luglio erano praticamente a zero. Adesso se ne contano circa 100 al giorno appena.

COSA FARE IN CASO DI ABBONAMENTI INDESIDERATI

Può essere utile ricordare che chi si accorge di avere attivi abbonamenti non richiesti sul proprio conto telefonico può procedere in questi modi:

 

  • chiamare il call center del fornitore del servizio premium oppure il call center del proprio operatore o rivolgersi alle Associazioni dei Consumatori utilizzando i rispettivi canali di contatto
  • contattare – solo per i servizi in abbonamento – il numero verde 800.44.22.99 direttamente dal numero su cui risulta attivato il servizio premium.
  • in caso di mancato rimborso l’utente può sempre tutelare i propri interessi, utilizzando la piattaforma Conciliaweb.
google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Protesi dentali, quali sono quelle di ultima generazione

La perdita di uno o più denti all’interno della bocca è un problema di non poco conto tanto in età adulta quanto, se non...

A Melito ucciso insegnante di sostegno

Il corpo senza vita di Marcello Toscano di 64 anni è stato trovato all'interno della scuola media Marino Guarano di Melito

A Coroglio coppietta rapinata e ferita nella notte

Un 18enne incensurato del rione Traiano è ricoverato all’ospedale Cardarelli in prognosi riservata mentre la ragazza, una 19enne di Miano, ha riportato solo contusioni multiple

Alto Impatto a Torre Annunziata: 1 arresto e sei denunce

Operazione dei carabinieri nei quartieri a rischio della città circa 100 persone identificate

IN PRIMO PIANO

Pubblicita