Napoli



Viaggiava con 87 ovuli di cocaina nell’addome.

E’ la scoperta fatta dai finanzieri dell’aeroporto napoletano di Capodichino e dai funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Napoli che hanno arrestato, per traffico internazionale di sostanze stupefacenti, un 45enne congolese.

L’uomo, arrivato a Napoli con un volo proveniente da Johannesburg (Sud Africa) con scalo a Francoforte (Germania) stava tentando di introdurre in Italia 1,5 chili di cocaina con la tecnica dei body packers. La scoperta e’ stata fatta nel corso di un controllo poco prima che il 45enne lasciasse l’aeroporto, mentre era in sala arrivi.

LEGGI ANCHE  M5S, Saiello: “Salvi i 90 lavoratori ex Auchan di Nola, ipermercato rilevato dal gruppo Gdm”

[the_ad_group id=”289023″]

[the_ad_group id=”289025″]

 

Insospettiti dalle ragioni del viaggio e dal nervosismo dimostrato dell’arrestato gli addetti ai controlli hanno accompagnato il viaggiatore all’Ospedale del Mare dove l’esame radiografico ha rivelato la presenza della droga nell’addome.


Google News

Caserta città blindata: ‘daspo’ per teppisti e molestatori

Notizia precedente

Verdoliva, Asl Napoli 1: ‘Terapie intensive piene di non vaccinati’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..