Seguici sui Social

Salerno e Provincia

A Salerno superato un milione dosi vaccino somministrate

Salerno superato un milione dosi vaccino: è quanto comunica L’Asl Salerno


PUBBLICITA

Pubblicato

il

Salerno superato un milione dosi vaccino

A Salerno superato un milione dosi vaccino somministrate

Ad oggi in provincia di Salerno è stata superata quota un milione di vaccini. E’ quanto comunica L’Asl Salerno. Nel dettaglio, sono state somministrate 1 milione e 5mila dosi complessive, di cui: 644 mila prime dosi e 361 mila seconde dosi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Vaccini, a Salerno da venerdì accesso libero per over 60 allo stadio Arechi

“Un grande traguardo raggiunto, che si attesta nelle prime posizioni in regione Campania – fa sapere l’Asl Salerno -, frutto dell’impegno della direzione generale, e di mesi di duro lavoro e sforzi sinergici delle varie componenti messe in campo.

LEGGI ANCHE  Caos pazienti fragili: un medico di base su 4 si rifiuta di vaccinare

Un impegno che continuerà senza soluzione di continuità nei mesi a venire, fino al raggiungimento del traguardo massimo: l’immunità di gregge, a tutela dell’intera comunità e per un ritorno alla vita “normale”.

Salerno superato un milione dosi vaccino

Salerno superato un milione dosi vaccino

L’Asl Salerno invita “chi non si è ancora vaccinato a farlo al più presto, per il bene proprio, dei propri familiari e della comunità, rivolgendosi ai tanti centri vaccinali presenti sull’intero territorio”.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Salerno, imprenditrice cambia falsi assegni: va agli arresti domiciliari

Un’imprenditrice campana di 50 anni, che opera nel commercio di auto nel Vallo di Diano in provincia di #Salerno, e’ stata posta agli arresti domiciliari dalla Guardia di Finanza con le accuse di truffa e tentata truffa ai danni di un ente pubblico e autoriciclaggio.

Pubblicato

il

salerno

Salerno. Un’imprenditrice campana di 50 anni, che opera nel commercio di auto nel Vallo di Diano, e’ stata posta agli arresti domiciliari dalla Guardia di Finanza con le accuse di truffa e tentata truffa ai danni di un ente pubblico e autoriciclaggio.

I militari delle fiamme gialle hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il Tribunale di Potenza, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano. Fra il 2019 e il 2020 la donna aveva posto all’incasso in una banca di Brienza (Potenza) cinque assegni intestati al Comune di Gaeta (Latina), per un valore complessivo di 240 mila euro.

LEGGI ANCHE  Caos pazienti fragili: un medico di base su 4 si rifiuta di vaccinare

Il primo degli assegni – per 50 mila euro – era stato “abilmente falsificato” ma aveva superato “un primo vaglio dell’istituto di credito”, che aveva accreditato la somma. La Guardia di Finanza, poi, aveva accertato che i soldi venivano utilizzati dalla donna nella sua attivita’ imprenditoriale.

Sia la banca sia il Comune di Gaeta, dopo aver accertato di aver subito la truffa, hanno agito per impedirne la continuazione non accreditando gli altri quattro assegni. Oltre agli arresti domiciliari per la donna, rintracciata a Castel Volturno (Caserta), la Guardia di Finanza sta eseguendo operazioni di “sequestro preventivo diretto e per equivalente delle somme illecitamente sottratte”.

Continua a leggere
longobardi logo

Le Notizie più lette