Di Chiara Carlino, Luglio 14, 2021

Comandante dei carabinieri Forestali visita i reparti della Campania

Napoli, 14 luglio 2021 – Nella giornata odierna il Generale di Corpo d’Armata Antonio Pietro Marzo, nuovo Comandante delle Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri (CUFA), ha visitato i Reparti della specialità di Napoli.

La tutela dell’inestimabile patrimonio ambientale e agroforestale della regione, le azioni di contrasto allo smaltimento illecito dei rifiuti e all’inquinamento dei corsi d’acqua e dei suoli, la sorveglianza delle numerose e importanti aree protette regionali sono stati i temi salienti discussi nel corso della visita al Comando Regione Carabinieri Forestale “Campania”, dove è stato ricevuto dal Comandante della Regione Generale di Brigata Ciro Lungo e dal Col. Angelo Marciano.

PUBBLICITA'

Comandante dei carabinieri Forestali

All’incontro, avvenuto nel rispetto delle misure anti Covid, hanno partecipato il Ten. Col. Pasquale Starace Comandante del Gruppo Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Transizione Ecologica di Napoli e il Ten. Col. Linda Malzone del Reparto Carabinieri per la Tutela Agroalimentare di Salerno, oltre ai Comandanti dei Gruppi Carabinieri Forestali provinciali, dei Reparti Carabinieri Biodiversità e Parchi, dei Nuclei Investigativi (NIPAAF) e CITES ed una rappresentanza dei Comandanti di Stazione Carabinieri Forestale della Regione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Covid, muore comandante dei carabinieri Forestali del Beneventano

PUBBLICITA'

Il Comandante della Regione, nell’illustrare i dati dell’attività operativa, ha rimarcato come anche nel 2020 vi sia stato un incremento dell’attività di prevenzione e contrasto degli illeciti ambientali con 52.300 controlli, 2.695 reati perseguiti e 3.035 illeciti amministrativi accertati per un importo sanzionato pari a 3.912.443,43 euro, facendo registrare un incremento medio di circa il 30% degli illeciti accertati nel triennio 2018-2020.

Comandante dei carabinieri Forestali

Nel corso dell’incontro il Generale Marzo ha elogiato l’impego dei carabinieri forestali della Campania, evidenziando l’importanza dei compiti svolti nella regione, dalla tutela del patrimonio forestale e del vincolo idrogeologico, al contrasto al bracconaggio e alle gestioni illecite dei rifiuti, alla prevenzione e contrasto agli incendi boschivi, alla sorveglianza delle importanti aree protette regionali.

PUBBLICITA'

Il Generale Marzo ha poi incontrato il Presidente della Regione Dott. Vincenzo De Luca accompagnato dal Comandante della Regione Carabinieri Forestale, con il quale sono stati richiamati i consolidati rapporti convenzionali esistenti tra la Regione e l’Arma dei Carabinieri per l’impiego dei Carabinieri forestali nelle materie di competenza regionale.

Comandante dei carabinieri Forestali

Negli anni si è ampliato il campo d’azione di tali attività abbracciando, oltre ai settori tradizionali agroforestali anche la tutela del patrimonio ambientale regionale, la prevenzione degli incendi e la sorveglianza dei parchi regionali.

PUBBLICITA'

Entrambi hanno condiviso l’opportunità che in una regione come la Campania, a forte vocazione agricola, con eccellenze agroalimentari conosciute in tutto il mondo ed un territorio di grande valenza paesaggistica, sarà ancora più necessaria l’azione preventiva di vigilanza da parte dei Carabinieri forestali.

Comandante dei carabinieri Forestali

Il Generale Marzo prima di lasciare il capoluogo, ha visitato il Gruppo Carabinieri per la Tutela Ambientale di Napoli, tracciando un lusinghiero bilancio per lo sforzo in corso finalizzato al contrasto degli inquinamenti del fiume Sarno e del bacino dei Regi Lagni e i locali ubicati presso la prestigioso Castel Capuano futura sede dei Reparti Carabinieri Forestali operanti su Napoli.

PUBBLICITA'