Rissa sul lungomare a Napoli: fermato un minorenne

SULLO STESSO ARGOMENTO

Rissa e coltellate sul lungomare di Napoli: la polizia ferma un minore.

Un minorenne e’ stato fermato dalla Polizia a Napoli in relazione al ferimento dei tre giovani avvenuto nella serata di ieri in via Partenope. Le indagini proseguono con il coordinamento della Procura dei minorenni, in attesa della convalida. Il giovane fermato sarebbe quello individuato dai testimoni.

Secondo gli inquirenti sarebbe uno dei responsabili della rissa sfociata nel sangue di ieri sera, in via Partenope, nella quale sono stati feriti tre giovani, due dei quali minorenni, di 15 e 16 anni.  I tre, secondo quanto hanno riferito alla polizia, hanno avuto una discussione con un giovane in compagnia di una ragazza; il diverbio e’ degenerato e nel corso della lite i tre sono stati colpiti con un coltello. Il 15enne e’ stato ferito allo sterno: accompagnato prima al presidio ospedaliero dell’Annunziata e poi nel Cardarelli e’ stato sottoposto a intervento chirurgico (non e’ in pericolo di vita). Il 16enne e’ stato colpito alla coscia destra, all’avambraccio destro, allo sterno e alla schiena; condotto al Pellegrini, e’ stato dimesso con una prognosi di 15 giorni. Infine il maggiorenne, 18 anni, ha riportato ferite superficiali al gluteo superiore sinistro. Portato al Cto e’ stato giudicato guaribile in 10 giorni e dimesso.

Il fermo del ragazzo fermato dalla polizia sarà convalidato nei prossimi giorni.



    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, rissa sul Lungomare: tre giovani accoltellati


    Torna alla Home


    La Guardia di Finanza ha segnalato 47 parcheggiatori abusivi tra Napoli e la provincia

    I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nell'ambito di un'ampia operazione di contrasto all'economia illegale, hanno individuato e segnalato alle Autorità competenti 47 persone che svolgevano abusivamente l'attività di parcheggiatore o guardiamacchine. L'operazione, condotta in sinergia con le direttive del Prefetto di Napoli, Dr. Michele Di...

    Acerra, incendia un’auto e poi si ferma a guardare il rogo: arrestato

    Antonio Bruno, residente ad Acerra, è stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione per il presunto incendio doloso di un'auto. L uomo di 40 anni, è attualmente detenuto nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio. Una vettura Audi A4 è stata trovata avvolta dalle fiamme lungo corso Italia ad...

    Villaricca, scatta l’allarme del braccialetto elettronico e lo trovano con droga: arrestato

    A Villaricca, un giovane di 18 anni, Arsenio Ascione, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai carabinieri locali per detenzione di droga a fini di spaccio. Il ragazzo era agli arresti domiciliari e quando è scattato l'allarme del suo braccialetto elettronico, i militari hanno deciso di intervenire per...

    Napoli, processo crollo Galleria Umberto: due imputati rinunciano alla prescrizione

    Due dei cinque imputati nel processo d'appello sulla tragedia della Galleria Umberto I di Napoli, accaduta il 5 luglio 2014, hanno deciso di rinunciare alla prescrizione. In quella tragica giornata, lo studente quattordicenne Salvatore Giordano, residente a Marano di Napoli, perse la vita a causa delle gravi ferite riportate quando...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE