Addo’se vedene ‘e stelle, il nuovo brano di Ninni

SULLO STESSO ARGOMENTO

Full Heads Records presenta “Addo’se vedene ‘e stelle”, il nuovo singolo del cantautore Ninni.

Dopo la pubblicazione dei brani ‘O mument’ ‘e te scetà, Cchiu’ niente, The Rest of Our Life, Tutt’ ‘o bbene ca ce sta e Je Vulesse, In My Jacket in collaborazione con Dario Sansone (Foja), arriva il settimo singolo dal titolo Addo’se vedene ‘e stelle

Per il raffinato cantautore polistrumentista, bassista del gruppo p-funk The Collettivo, continua il percorso di pubblicazioni di singoli brani dal piglio profondo e romantico che lasciano trasparire un mondo variegato fatto di musica e sogni.

Ninni in pochi mesi ha scritto, registrato e pubblicato piccole perle dagli arrangiamenti curati e una ricca produzione artistica che alterna il cantato in lingua napoletana a quella italiana e inglese tratteggiando micro storie di vita quotidiana.
Lo stile musicale si rifà al folk blues americano ma, come per questo brano, si contamina con la tradizione napoletana.

    In Addo’se vedene ‘e stelle l’ instabilità, la precarietà, l’incertezza di questi tempi convivono con la capacità di reagire alle difficoltà, cercando il lato positivo in qualsiasi situazione che la vita può metterti davanti. Ed è la forza dell’amore, l’amare incondizionatamente che può portare l’altro/l’altra a questa resilienza che sottende la canzone, la capacità di rialzarsi insieme attraverso la condivisione, di non smettere mai di immaginare, di sognare, anche nelle condizioni più avverse che la vita ci può riservare.
    Addo’se vedene ‘e stelle è una canzone nata per le strade del quartiere Bagnoli, fuori a quei locali e in mezzo alla gente che dimostrano quotidianamente la forza di resistere, di non scoraggiarsi mai e di andare avanti nonostante il difficile periodo storico.

    Il brano è stato artisticamente prodotto da Ninni e Carlo Di Gennaro che ha curato anche il drum programming, la registrazione e il missaggio presso Kammermuzak studio di Soccavo.

    Il mastering è di Giovanni Blob Roma (Arte dei Rumori di Marano) ed è suonato da:
    Luca Caligiuri alla Voce, basso e chitarra acustica, Umberto Maisto al Bouzouki, Roberto Porzio al Piano, Mario Aubry al Guitalele, Dario Perroni allo Shaker.

    Leggi anche qui






    LEGGI ANCHE

    I piatti della Quaresima a Napoli alla trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”

    Nel nome dei piatti della Quaresima a Napoli, la trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”, con il suo patron Pasquale Casillo, ha dedicato un momento...

    Napoli, rapina una donna nel centro storico: arrestato algerino

    Arrestato un 34enne per rapina e lesioni nel centro storico di Napoli. Durante i servizi di controllo, i Falchi della Squadra Mobile hanno arrestato un...

    Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

    Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE