google news

Napoli, latitante ‘beccato’ dal medico per una visita

Il 64enne si era reso irreperibile da febbraio scorso nell’ambito dell'operazione “Giano” dove è accusato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, sostituzione di persona, riciclaggio e antiriciclaggio

    Beccato dal medico dai Carabinieri di Caserta latitante napoletano: già ai domiciliari si era reso irreperibile prima nel nuovo mandato di cattura.

    I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Caserta hanno proceduto, in Napoli, alla localizzazione ed all’arresto del latitante T.C., di 64 anni. Gli accertamenti info-investigativi svolti dai militari hanno permesso di localizzare il latitante presso uno studio medico del Capoluogo campano ove lo stesso avrebbe dovuto effettuare una visita.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, vede rapina in diretta dalla finestra. Lo riconosce e va ad arrestarlo. IL VIDEO

    L’uomo, irreperibile dal 25 settembre 2020 in quanto evaso dagli arresti domiciliari a Brusciano , si era sottratto in ultimo all’arresto in data 23 febbraio , nell’ambito dell’esecuzione dell’operazione “Giano” scaturita dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dall’ufficio G.I.P. presso il Tribunale di Napoli Nord a seguito delle indagini della locale Procura della Repubblica per associazione per delinquere finalizzata ai reati di truffa, sostituzione di persona, riciclaggio, autoriciclaggio, falsità in documenti d’identità ed atti pubblici. A carico dello stesso, a causa della citata evasione, pendeva altresì un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare da parte Corte d’Appello di Napoli.
    T.C. è stato accompagnato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale, a disposizione della competente autorità giudiziaria.

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV