______________________________

La Campania ha fatto da apripista: domani al via le di massa sulle minori italiane. Si inizia con e .

La Toscana mette in sicurezza i 187 residenti dell’isola di , mentre in Sicilia toccherà alle Eolie. Creare Covid-free per far ripartire il turismo in sicurezza anche in Italia: questo l’obiettivo del commissario Francesco Paolo Figliuolo, annunciato ieri. La Campania ha gia’ da qualche giorno tagliato il nastro di partenza. Tra Capri e Anacapri, da domenica scorsa, fra chi si era registrato sulla piattaforma vaccinale, circa 8.600 cittadini, circa il 70% e’ gia’ stato vaccinato almeno con la prima dose. L’Asl Napoli 1 Centro, da cui dipende il servizio sanitario isolano, ha allestito due hub, al palazzetto dello sport di Capri e al Centro Paradiso di Anacapri. L’ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, lo scorso 23 aprile, aveva aperto di fatto la possibilita’ per le del golfo di Napoli di essere con somministrazioni di massa. Ischia, dove pure si e’ iniziato a iniettare dosi prima secondo fasce di eta’ e poi ai fragili e infine aprendo alle categorie a rischio per le attivita’ svolte, con i suoi 7000 abitanti in sei comuni, lo sara’ entro fine mese. Disco verde per la Sicilia che domani partira’ con , Lampedusa e Linosa. Da lunedì 10 si proseguirà negli altri Comuni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Procida covid free con il 90% di vaccinati

In Toscana tra le minori sara’ a fare da apripista. La piccola gemma nascosta dell’arcipelago Toscano, tra le piu’ lontane dalla terraferma, sara’ la prima a ricevere la visita di un team sanitario per la somministrazione di massa. “C’e’ soddisfazione nel vedere finalmente accolta la nostra richiesta – commenta la sindaca dell’isola , Maria Ida Bessi – la nostra fragilita’ sanitaria e’ sotto gli occhi di tutti, siamo pochi e molto distanti dalla regione, a due passi dalla Corsica. Questa azione garantira’ sicurezza alla comunità”. L’isola entro il weekend sara’ la prima isola toscana Covid-free. Settimana prossima sara’ il turno dell’isola del Giglio mentre l’Elba, che presenta un sistema sanitario piu’ strutturato e non registra nuovi casi da tre giorni, dovra’ avere pazienza e proseguire la somministrazione temporaneamente in autonomia. “Una bella notizia – sottolinea il sindaco del Giglio, Sergio Ortelli – dopo la vaccinazione di fragili accolgo con piacere l’intenzione di mettere in sicurezza anche noi che abbiamo delle difficolta’ sanitarie, non siamo dei privilegiati”. Non si conoscono invece ancora i tempi e le modalita’ per l’avvio della campagna di vaccinazione contro il Covid nelle tre isole minori abitate della Sardegna, La Maddalena, Carloforte (San Pietro) e Sant’Antioco, dove convivono l’omonimo Comune e quello di Calasetta.



Cronache Tv




Ti potrebbe interessare..