“E’ una terribile tragedia. Gianni Vivenzio e’ stato un punto di riferimento per tanti colleghi. Siamo e saremo accanto a sua moglie, alle sue figlie, a sua mamma e alle sue sorelle”.

Cosi’ in una nota il questore di Napoli ha commentato la morte del poliziotto avvenuta oggi all’ospedale Cardarelli di Napoli dove era ricoverato da 10 giorni. Era rimasto coinvolto in un incidente stradale con un collega rimasto ferito non in maniera grave.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, morto il poliziotto ferito durante un inseguimento

Il ministro dell’Interno, , esprime il “profondo cordoglio” per la morte in servizio del sovrintendente capo della Questura di Napoli, manifestando alla famiglia e a tutta la Polizia di Stato “i sentimenti di commossa e sentita partecipazione al loro dolore”. “Desidero rinnovare – dichiara la titolare del Viminale – l’apprezzamento e la riconoscenza per il prezioso lavoro svolto quotidianamente dalle donne e dagli uomini delle forze dell’ordine a servizio dei cittadini, mettendo a rischio la loro vita”.

Il capo della polizia Giannini: ‘Vicino alla famiglia’

Il Capo della Polizia, , esprime in una nota “sentimenti di profondo cordoglio e di vicinanza, a nome delle donne e degli uomini della Polizia di Stato, alla moglie ed alle figlie del Sovrintendente Capo , deceduto oggi dopo dieci giorni di ricovero ospedaliero”. La vittima, un sovrintendente capo in servizio alla sezione “Falchi” del Commissariato San Ferdinando della Questura di Napoli, “lo scorso 6 aprile era rimasto coinvolto in un incidente stradale mentre era impegnato nella quotidiana attività di prevenzione e contrasto della criminalità”.

Il sottosegretario Sibilia: ‘morte Vivenzio la più triste delle notizie’

“E’ la più triste delle notizie, quella che confidavamo di non ricevere. E’ mancato il sovrintendente capo della Questura di Napoli , 10 giorni dopo un tremendo incidente stradale mentre era con un collega. Un abbraccio alla moglie e alle due figlie e condoglianze alla grande famiglia della Polizia di Stato per la perdita. Grazie per la vostra ineffabile dedizione”. E’ questo il messaggio di cordoglio per la scomparsa di pubblicato sui social dal sottosegretario all’Interno .

il sindacato di polizia: ‘ha onorato la divisa’

“Abbiamo appreso con dolore la scomparsa del collega Giovanni Vivenzio che circa dieci giorni fa, a Napoli, assieme ad un altro collega nel corso di un servizio di polizia, e’ rimasto gravemente ferito a seguito di un sinistro stradale. Siamo profondamente addolorati”. Lo afferma Fabio Conesta’, segretario generale del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia (Mosap). “Giovanni era sovrintendente – spiega – aveva 52 anni e prestava servizio presso il commissariato di San Ferdinando. Era un ‘falco’, un poliziotto molto conosciuto e stimato da colleghi e conoscenti. Si e’ sempre distinto per la sua professionalita’, disponibilita’, doti umane ed altruismo. Oggi piangiamo un collega che nell’adempimento del suo dovere ha perso la vita lasciando la moglie e due figli. La segreteria Generale del Mosap, il segretario regionale Guido Esposito e provinciale di Napoli Gigi Di Michele, in questo tristissimo giorno, esprimono profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia e ai colleghi tutti del commissariato San Ferdinando”.

 



Cronache Tv



Altro Cronaca

Ti potrebbe interessare..