Anche la procura di Avellino apre un’ sui ‘’ del

 

Si sarebbero insinuati nella maglie larghe di categorie i cui requisiti si prestano a interpretazioni estese. E nonostante la raccomandazione a vaccinare prima gli over 80, i fragili e gli over 70, sarebbero riusciti a ottenere la vaccinazione pur non rientrando in alcuna delle categorie prioritarie.

La procura di Avellino ha aperto un fascicolo per indagare sui cosiddetti ‘salta lista’. Sono stati presentati alcuni esposti nei giorni scorsi, poco meno di una decina, per segnalare persone che certamente non rientravano tra i fragili e che sicuramente non avevano il requisito dell’eta’ per essere compresi nelle liste che l’Asl di Avellino riceve dalla piattaforma regionale per le prenotazioni.

Secondo alcune denunce, i vaccinati senza diritto avrebbero addirittura ricevuto il siero senza essere passati per la prenotazione. Per questo motivo, i pm cercheranno riscontri acquisendo i dati dalla Soresa, la societa’ in house della Regione Campania che gestisce la piattaforma per le prenotazioni. Nei casi in cui i vaccinati senza i requisiti necessari siano passati attraverso la regolare prenotazione, si cercheranno i riscontri clinici. L’ipotesi di reato e’ di falso.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..