Il M5s si spacca sul Governo Draghi: il Si al 59,3%

SULLO STESSO ARGOMENTO

Via libera ma con una spaccatura dagli iscritti M5S attraverso la piattaforma Rousseau al Governo Draghi con il 59,3% dei si’, espressi da 44.177 votanti su 74.537 pareri espressi (119.544 gli aventi diritto al voto sulla piattaforma).

Il no si attesta al 40,7% (30.360). Il quesito approvato fa riferimento, tra l’altro, alla costituzione del ministero della Transizione ecologica .I 74.537 iscritti che hanno votato si rapportano ad una base di 119.544 iscritti aventi diritto di voto. I No sono stati 30.360, il 40,7% dei partecipanti al voto.

“La responsabilita’ e’ il prezzo della grandezza”. Lo scrive Luigi Di Maio sul suo profilo Facebook al termine del voto della base M5s sulla fiducia al governo Draghi.

“La responsabilita’ e’ il prezzo della grandezza. Oggi i nostri iscritti hanno dimostrato ancora una volta grande maturita’, lealta’ verso le istituzioni e senso di appartenenza al Paese. In uno dei momenti piu’ drammatici della nostra storia recente, il MoVimento 5 Stelle sceglie la strada del coraggio e della partecipazione, ma soprattutto sceglie la via europea, sceglie un insieme di valori e diritti di cui tutti noi beneficiamo ogni giorno e dietro ai quali, purtroppo non di rado, si nascondono egoismi e personalismi”. Lo scrive Luigi Di Maio commentando il via libera M5s al governo Draghi.






LEGGI ANCHE

Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE