In dieci giorni di apertura delle , dal 25 gennaio al 4 febbraio, in Campania sono 2.280 i positivi nel mondo della scuola, tra docenti, non docenti, .

Lo ha reso noto presidente della Regione Campania, Vincenzo , nel corso della consueta diretta Fb.”Vedremo oggi cosa decidera’ l’Unita’ di crisi ma e’ del tutto evidente che questa situazione non la possiamo reggere”, ha aggiunto dicendo di parlare da “padre di famiglia”.

“Questi i dati nel dettaglio: nella fascia d’eta’ 0-5 anni si registrano 573 casi positivi; fascia 6-10 anni, 617 casi positivi; fascia 11-13 anni, 351 positivi; fascia 14-19 anni, 739 casi”, ha spiegato. E quindi 2280 positivi in dieci giorni nel mondo della scuola. “Stiamo assistendo ad una ripresa forte dei , da una settimana viaggiamo con un tasso di positivi estremamente pesante, sui 1500 nuovi positivi con un tasso del 10% di contagio.Dopo settimane di zona gialla, siccome nessuno ha messo in atto controlli indispensabili, stiamo registrando una ripresa grave di ”, ha aggiunto individuando i due principali canali: movida e scuola. “Dobbiamo dire con chiarezza al Governo che e’ arrivato il momento di prendere decisioni nazionali adeguate al contagio”, ha sottolineato.

E poi ha aggiunto: “La priorità assoluta è tutelare la vita e la salute dei nostri figli. L’unità di crisi nelle prossime ore valuterà i dati epidemiologici e ci darà il proprio orientamento e poi prenderemo delle decisioni . Facciamo il lavoro di prevenzione avendo davanti agli occhi questi dati in modo che non si diffondano alle , alle famiglie e poi a tutti i cittadini o decidiamo di rimanere passivi e intervenire tra un mese quando avremo le terapie intensive piene di pazienti destinati a perdere la vita. Intervenire subito da oggi davanti ai dati preoccupanti. Non sono sereno a dirvi queste cose ma ho il dovere di dirvele da padre di famiglia. Fare da subito un lavoro di prevenzione senza avere alle spalle mille morti in più.

“Sulla base dell’attuale distribuzione dei vaccini, in Campania in dieci mesi vacciniamo un milione e 600mila persone, per vaccinare tutti arriviamo al 2023”. Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo , in diretta Fb. “In Lombardia qualcuno ha detto che a giugno terminano le vaccinazioni – ha aggiunto – ma per cortesia, parliamo un linguaggio di verita’, evitiamo ogni volta queste docce fredde”.

 



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..