Aggiornato -

15 Agosto 2022 - 12:25

Aggiornato -

lunedì 15 Agosto 2022 - 12:25
HomeCampaniaNapoli e ProvinciaA Palma Campania arriva la “Mano de Dios”

A Palma Campania arriva la “Mano de Dios”

A Palma Campania sta per arrivare la “Mano de Dios”. Una scultura in argilla, raffigurante Diego Armando Maradona nell’atto di segnare il primo gol di Argentina – Inghilterra del Mondiale del 1986 sarà, infatti, installata […]
google news
foto di repertorio

A Palma Campania sta per arrivare la “Mano de Dios”.

Una scultura in argilla, raffigurante Diego Armando Maradona nell’atto di segnare il primo gol di Argentina – Inghilterra del Mondiale del 1986 sarà, infatti, installata a Palma Campania, in un luogo che sarà deciso dall’amministrazione comunale insieme alla tifoseria locale. Sono stati proprio i tifosi, infatti, a sollecitare il Comune a dare vita ad un’iniziativa per ricordare Maradona, scomparso da poco.

A promuovere l’allestimento è, appunto, l’amministrazione comunale, che tramite l’associazione culturale “Non me ne vado”, presieduta da Ferdinando Sorrentino, curatore d’arte e organizzatore eventi artistici ha commissionato l’opera a Francesco Cretella, artista con bottega nel centro storico di Napoli, nei pressi di via dell’Anticaglia.

Nel corso della lavorazione, la bottega di Cretella è diventato un luogo di pellegrinaggio: in tanti si affacciano per ammirare la “Mano de Dios” e l’interpretazione che l’artista ha dato del genio del calcio.

Diego è raffigurato in una posa quasi divina, nel compiere un atto che unisce genio e sregolatezza e che col passare degli anni è diventato anche il simbolo di un riscatto (Argentina e Inghilterra pochi anni prima si erano fronteggiati in un conflitto militare): un gesto “irregolare” ma allo stesso tempo esempio di straordinaria inventiva.

Spiega il sindaco Nello Donnarumma: “Abbiamo voluto a Palma Campania un allestimento originale: la “Mano de Dios” ha un significato quasi religioso, sicuramente devozionale. Non c’è soltanto lo sport, c’è l’amore per un personaggio unico. Da tempo, ormai, stiamo portando l’arte contemporanea a Palma, col progetto di dare vita ad un percorso artistico di un certo spessore. Dopo Jorit e altri, è il tempo della Bottega Cretella, autentica eccellenza napoletana. Questa statua non si limita a ricordare Diego: immortala un momento, una posa, un gesto diventato leggenda”

Aggiunge il consigliere delegato allo sport Nello Gemito: “Insieme ai tifosi individueremo la location dove installare la statua che, ne siamo certi, diventerà una meta per appassionati. È il nostro piccolo, grande omaggio ad un calciatore che ha dato tanto al calcio mondiale”

A. Carlino
A. Carlinohttps://www.cronachedellacampania.it
Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Brusciano, arrestati 2 pusher: erano in strada a spacciare

Brusciano, arrestati 2 pusher: erano in via Borsellino a spacciare. I carabinieri della sezione operativa di Castello di Cisterna hanno arrestato per detenzione di droga...

Alcolici a minorenni, locale di Fuorigrotta chiuso per 5 giorni

Fuorigrotta, locale chiuso per 5 giorni per aver venduto alcolici a minorenni. Il Questore di Napoli, su proposta del Polizia Municipale - Dipartimento Sicurezza -...

Napoli, disoccupati davanti alla sede Rai simulando un lido balneare

A Ferragosto centinaia di disoccupati e disoccupate sono in piazza, vicino lo Stadio Maradona di Napoli verso la sede della Rai di Via Marconi,...

Napoli, inchiesta sulla morte post parto di Vincenza Donzelli

Sarà l'inchiesta della magistratura a stabilire le cause dea morte di Vincenza Donzelli, 43 anni fondatrice della Galleria Borbonica. I familiari hanno presentato una denuncia...
spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita