Napoli, domani apre il centro vaccini alla Mostra d’Oltremare.

Cinquemila metri quadrati in Mostra d’Oltremare, 15 box per le vaccinazioni con percorsi ben definiti, dalla siringa alla sala di osservazione e attesa. E’ pronto il Centro Vaccinale della Asl Napoli 1 nei padiglioni 1 e 2 della Mostra che inizia da domani il lavoro per la vaccinazione della citta’ di Napoli contro il Covid19. Da domani mattina stop quindi ai vaccini all’Ospedale del Mare, i sanitari che restano da sottoporre verranno convocati nel polo fieristico di Fuorigrotta dove architetto dell’Asl Antonio Bruno sta curando gli ultimi dettagli.

La fase dei sanitari, detta “T1” sara’ un primo stress test per il centro vaccinale che retera’ aperto per almeno sei mesi, ma la possibilita’ che venga prolungato e’ concreta, per affrontare il grosso delle vaccinazioni che partiranno con la fase “T2” che prevede la vaccinazione di persone oltre i 60 anni, persone con comorbilita’, immunodeficienza e fragilita’ di ogni eta’, personale scolastico, e gruppi sociali a rischio di malattia grave o morte.

LEGGI ANCHE  Covid: attesa per domani la decisione dell'Ema sul vaccino AstraZeneca

Il via avviene con i 15 box che vedranno impegnati da domani 60-70 persone dell’Asl, con 15 infermieri e 15 operatori sociosanitari impegnati nelle vaccinazioni, 5 farmacisti che estrarranno le sei dosi da ogni flacone per preparare le siringhe. I vaccinandi entrano da Piazzale Tecchio, si registrano ai 10 desk all’ingresso e poi scendono verso i box vaccini, alle spalle dei quali c’e’ l’ufficio con il frigorifero per le dosi. All’uscita i vaccinati troveranno un percorso con una mostra “Con cura, con amore, con rigore.

Viaggio nella storia dei vaccini”, curata da Gennaro Rispoli, direttore del Museo delle Arti Sanitarie di Napoli che illustra la storia delle vaccinazioni, dalla medicina antica fino al colera e al covid. Poi c’e’ l’ampia area di attesa, in cui bisogna sedersi per 15′ dopo la vaccinazione per precauzione. Un po’ piu’ avanti c’e’ anche l’area primo soccorso dove un medico visitera’ chi eventualmente dovesse avere delle reazioni al vaccino, un’area che da’ sulla porta dove e’ parcheggiata l’ambulanza per eventuali trasporti al vicino ospedale San Paolo. Si parte con 1500 vaccinazioni al giorno, ma l’obiettivo e’ 5.000. Per la vaccinazione di massa della popolazione e’ gia’ previsto il raddoppio dei box, con la possibilita’ di ampliare l’area enormemente vista l’estensione della Mostra d’Oltremare.


Operaio di Afragola morto a Jesi travolto sui binari

Notizia Precedente

I dettagli nascosti fanno la differenza

Prossima Notizia


Scrivi la tua opinione


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altro Cronaca

Ti potrebbe interessare..