Seguici sui Social

Caserta e Provincia

Il noto dj Joseph Capriati accoltellato dal padre in una lite: è grave

PUBBLICITA

Pubblicato

il


Il noto dj Joseph Capriati accoltellato dal padre in una lite: è grave

Un noto dj internazionale Joseph Capriati, 33 anni, e’ stato accoltellato dal padre e si trova ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Caserta. Il padre, 61 anni, incensurato, e’ stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta per tentato omicidio. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, ieri sera tra padre e figlio sarebbe nata una lite per futili motivi poi degenerata. La lite avrebbe coinvolto il deejay e anche altri componenti della famiglia.

Il padre a quel punto avrebbe afferrato un coltello da cucina, colpendo all’addome il figlio. Gli agenti hanno sequestrato l’arma. Joseph Capriati, che vive e lavora in Spagna ed era tornato a casa dei genitori a Caserta per la pandemia, e’ ricoverato al Sant’Anna e San Sebastiano in pericolo di vita a causa della profondita’ della lesione all’addome.



Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

A Caserta si prepara un un murale per il 25enne morto per i botti di Capodanno

Pubblicato

il

A Caserta si prepara un un murale per il 25enne morto per i botti di Capodanno.

 

È stata avviata una raccolta fondi per realizzare un murale dedicato a Domenico Di Giacomo, il 25enne morto in seguito a una deflagrazione a Capodanno. Gli amici hanno avviato una raccolta fondi per poter finanziare l’opera.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Morto a Caserta dopo i botti di Capodanno: indagati il fratello e un amico

“Domenico era per noi un fratello e ognuno di noi ha un bellissimo ricordo con lui. Era conosciuto in città per l’arte che aveva, ed era conosciuto bene nel suo quartiere perché sorrideva sempre, 365 giorni all anno – si legge sul sito che si occupa della raccolta – Un ragazzo che non conosceva cattiveria. Facciamo una raccolta per dedicargli un murale e per risolvere i danni dell’esplosione che sono avvenuti durante quella notte dove Domenico ci ha lasciato. Il murales rappresenterà una realtà, quella di un ragazzo che con mille difficoltà ce l’ha fatta”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette