Seguici sui Social

Musica

‘Due secondi fa’, il videoclip di Paduano disponibile su YouTube

Nel videoclip protagonista assoluto è il tempo e la sua inesorabile marcia, rappresentata da immagini veloci e rapaci

PUBBLICITA

Pubblicato

il


Disponibile su YouTube “Due secondi fa”, il videoclip del cantautore partenopeo Paduano, già disponibile sulle migliori piattaforme di streaming

https://lnkfi.re/DueSecondiFa

“Due secondi fa” è la ricerca spericolata dell’istante perduto, dell’incapacità di reagire al futuro che intanto è già diventato presente. La nostalgia fa breccia nel muro dell’inerzia. Questo processo si attenua solo respirando e pesando ogni momento che si vive, cercando in qualche modo di rendere prescindibile il tempo e di “trattenerlo” per qualche secondo in più.

Guarda il video

Crediti videoclip
Regia, direzione e montaggio: Rino Cardone, Cristian Castellano
Produzione: Marco De Vita

Nel videoclip protagonista assoluto è il tempo e la sua inesorabile marcia, rappresentata da immagini veloci e rapaci che passano attraverso muri ed ostacoli e che turba la coscienza dell’uomo, rendendolo incapace di razionalizzare il suo interno e ciò che lo circonda. I binari di una metropolitana e la loro geometria sono la metafora necessaria che gli consente di prendere posto in questo movimento per trovare una giusta collocazione e direzione.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/grumo-nevano-i-carabinieri-trovano-9-lavoratori-in-nero-su-12-azienda-sospesa/

Crediti singolo:
Musica e testo: Antonio Paduano
Prodotto da Dario “Dartariello” di Pietro

Hanno suonato:
Antonio Paduano: voce, cori; Dario “Dartariello” di Pietro: chitarre elettriche, chitarre acustiche, tastiere; Marcello Vitale: chitarre elettriche; Roberto Bozza: basso elettrico; Alessio Sica: batterie e percussioni.

LEGGI ANCHE  Napoli, sorpresi a spacciare a Scampia: arrestati in due

Registrato da Andrea Giuliana, con la gentile collaborazione di Ciro Galante presso Stereo8 Studio
Mixato da Andrea Giuliana presso Stereo8 Studio. Masterizzato da Giovanni Nebbia presso Ithil World Mastering & Recording Studio

Paduano

Paduano è un cantautore classe 1992 nato a Napoli. La sua ambizione è raccontarsi e raccontare ciò che lo circonda assecondando e giocando con le innumerevoli sfumature che riserva la musica. Proiettato sensibilmente su sonorità indie-folk d’oltre Manica influenzate, parzialmente, dai ricordi dell’alternative-rock degli anni 90 e speziato da nuovi elementi elettronici.
Nel 2017 esce il suo primo singolo da solista “Mondi Paralleli” con la produzione artistica di Enzo Foniciello e registrato presso lo Snap Studio di Napoli. Con l’uscita del brano aumentano anche i live e le aperture a concerti di artisti come Bisca, Lelio Morra, Lorenzo Kruger dei Nobraino ed altri. Nel marzo del 2018 esce il secondo singolo “Chi l’ha detto”, prodotto da Dario Di Pietro che scaturisce l’inizio di una collaborazione che porterà, nel 2019, alla pubblicazione del primo EP. Nel 2019 è finalista al NanoFestival di Ercolano (NA) ed al Premio Ugo Calise ad Oratino (CB). Nell’ottobre del 2019 esce il suo ultimo singolo “Briciole”. Si attende l’uscita del suo primo album “Apolide” prevista all’inizio del 2021.



Continua a leggere
Pubblicità

Musica

‘Plague’, il secondo singolo i Damiano Davide con Lino Cannavacciuolo

Il singolo anticipa la pubblicazione del suo primo album, atteso per il 29 gennaio 2021, per il roster New Generation di Apogeo Records.

Pubblicato

il

Dal 15 gennaio è disponibile sulle migliori piattaforme di streaming, Plague, il secondo singolo di Damiano Davide che si pregia del suadente violino di Lino Cannavacciuolo.

Il singolo anticipa la pubblicazione del suo primo album, atteso per il 29 gennaio 2021, per il roster New Generation di Apogeo Records.

http://lnkfi.re/Plague

“Plague è un contagio musicale, l’evocazione di una pestilenza che nasce e trae la sua forza da un’unica, singola, nota ribattuta. Si diffonde nell’aria gelida e sottile dell’inverno e non lascia altra scelta che fuggire.

Un pianoforte, un violoncello, un contrabbasso e il violino gitano e suadente di Lino Cannavacciuolo lottano senza tregua contro un male invisibile e impossibile da fermare. Nel ritmo serrante di una rincorsa violenta verso l’immunità, l’unica occasione di salvezza è data da una lunghissima frase del violino capace di fermare il tempo attraverso la memoria di un ricordo lontano”.

Lino Cannavacciuolo

Compositore, pianista e direttore d’orchestra, Damiano Davide ha alle spalle una vita musicale ricca di esperienze. Professionista del teatro musicale e dell’opera lirica, ha coltivato l’interesse anche per la musica tradizionale, il melodramma, il folk anglosassone, il minimalismo e la musica da film. Da menzionare sono le collaborazioni con i Viamedina (musica popolare, world) e La Terza Classe (folk, bluegrass). Recentemente ha intrapreso un’intensa collaborazione con il violinista e compositore Lino Cannavacciuolo.

LEGGI ANCHE  'Plague', il secondo singolo i Damiano Davide con Lino Cannavacciuolo

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/maradona-a-napoli-via-alla-raccolta-fondi-per-realizzare-opera-darte/

Crediti singolo:

Pianoforte : Damiano Davide
Violino: Lino Cannavacciuolo
Violoncello: Davide Maria Viola
Contrabbasso: Rolando Maraviglia
Prodotto da Damiano Davide e Marco Balestrieri

Mixato da Damiano Davide
Masterizzato da Filippo Passamonti al VDSS Recording Studio

Continua a leggere

Le Notizie più lette