Seguici sui Social

Calcio Napoli

Ospina salva il Napoli In Olanda: qualificazione vicina

PUBBLICITA

Pubblicato

il

foto di repertorio


Il Napoli non va oltre il pareggio per 1-1 in trasferta contro l’Az Alkmaar e rimanda l’appuntamento con la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League.

Al vantaggio degli azzurri con Mertens al 6′ replica Martins Indi al 54′. Nell’altro match del gruppo A pareggio per 2-2 tra Real Sociedad e Rijeka. In classifica il Napoli è primo con 10 punti, 2 in più di Az e Real Sociedad, ultimo a quota 1 e già eliminato il Rijeka. Alla squadra di Gattuso basterà un pari tra una settimana al San Paolo contro gli spagnoli per avanzare alla fase ad eliminazione diretta. Partenza sprint dei partenopei che sbloccano la partita al 6′. Gli azzurri lavorano un bel pallone sulla destra, Fabian lo serve a Di Lorenzo che mette in area alle spalle della linea difensiva dell’AZ, sbuca Mertens che da pochi metri segna il gol del vantaggio.

Al 16′ occasione per il Napoli che quando affonda arriva con pericolosità dalle parti di Bizot: palla scucchiaiata da Fabian per Mertens che gira al volo ma alza troppo la mira. Poco dopo Az vicinissimo al pari: sul tiro di Aboukhlal, Ospina si distende e riesce a deviare in angolo. Alla mezz’ora ancora una chance per il Napoli: deviazione di Di Lorenzo con palla che attraversa tutta l’area di porta, Mertens non ci arriva di un soffio.

LEGGI ANCHE  Bammenella, l'omaggio di Ida Panaro alla canzone napoletana

In avvio di ripresa i padroni di casa alzano il ritmo e al 9′ riequilibrano il match: su cross dalla destra, Koopmeiners calcia in porta, Martins Indi trova la deviazione vincente a pochi passi da Ospina. Al 15′ rigore per l’Az per un fallo di Bakayoko su Aboukhlal. Dagli 11 metri Koopmeiners batte potente e angolato ma Ospina si supera e respinge.

Al 31′ grande occasione per Petagna, bel cross di Mario Rui per l’attaccante ex Spal che tutto solo davanti a Bizot, di testa, non inquadra la porta. Al 41′ ancora Petagna spreca il gol vittoria: palla in profondità di Insigne sul movimento dell’ex Spal che da posizione defilata ma all’interno dell’area di rigore calcia di un soffio a lato.


Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Meret: ‘E’ bello essere un calciatore del Napoli’

Pubblicato

il

Il portiere del Napoli, Alex Meret ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli

“Spero in un 20121 più positivo come squadra e il ritorno dei tifosi allo stadio molto importanti per noi, continuità non guasterebbe. Sono contento del percorso che sto facendo. Il gol Babayoko a Udine è stato importantissimo perché ci ha permesso di ritrovare la vittoria e per ripartire al meglio in campionato e trovare la continuità. Aver perso calciatori importanti per un periodo è stato sicuramente un danno ma ora li stiamo recuperando e andiamo avanti. Non esistono gare facili in Italia e anche contro l’Empoli abbiamo creato tanto, loro hanno trovato due bellissimi gol. Sul primo ero coperto dai miei compagni. Certi i miracoli si possono fare sempre”.

L’estremo difensore del Napoli intervistato dal direttore Walter De Maggio ha anche parlato del pranzo di ieri di tutta la squadra in un ristorante di Ercolano.  “E’ stata una bella occasione- ha detto- per stare insieme e da oggi abbiamo subito ripreso a lavorare. E’ un momento complicato e adattarci alla situazione che stiamo vivendo perché non non c’è molto tempo per recuperare e preparare al meglio la gara successiva. Contro la Fiorentina faremo sempre il nostro gioco anche se ha calciatori di qualità. Nella fase offensiva- ha spiegato Meret- dobbiamo essere più cattivi sotto porta. Involuzione dopo la sconfitta con l’Inter? E’ stata immeritata, abbiamo fatto una grande partita così come contro lo Spezia.  Contro la Juventus sarà una grandissima sfida, ma noi daremo di tutto per dare un’altra gioia ai nostri tifosi. Vincere con continuità ti dà molta fiducia e noi la dobbiamo ritrovare dopo le ultime gare. Giocare senza pubblico è molto triste e non avere i tifosi allo stadio fa un effetto negativo. Speriamo che tornino presto. L’affetto dei tifosi del Napoli è particolare- ha concluso- e fa grande piacere ed è bello essere un calciatore del Napoli. Le critiche? Bisogna vivere le situazioni belle e brutte con equilibrio e concentrarsi sul lavoro. Italia? Ha fatto molto bene negli ultimi due anni e agli Europei possiamo dire la nostra”.

LEGGI ANCHE  Pomigliano d’Arco, il Tar accoglie la richiesta della C.L.P. Costruzioni: niente demolizione a via Firenze
Continua a leggere

Le Notizie più lette