Coordinamento Aria Pulita e Càvea di Foce apprendono che uno dei consiglieri di opposizione alla giunta Canfora, avrebbe chiesto – lui – la revoca dei permessi amministrativi detenuti fin dal 2012 dai titolari dei due impianti di biogas di Sarno. L’associazione nazionale ambientalista Italia Nostra ha ufficialmente avanzato la richiesta di revoca dei permessi di costruire un mese fa!

Quando lo avrebbe fatto lui? Giorno e data. Lo rendesse noto. Giunge alquanto tardivo e inopportuno l’intervento a mezzo social di questo intraprendente consigliere che – invece di usare farina del sacco altrui – avrebbe potuto assai prima adoperarsi per chiedere la revoca dei permessi, qualora veramente fosse stato provvisto delle stesse conoscenze giuridiche proprie ai consulenti di Italia Nostra.

Variante inglese del Covid, caso sospetto a Bari per una 25enne rientrata da Londra

Notizia Precedente

Anacapri, il vicesindaco Cerrotta dispone la zona gialla e chiede la riapertura delle scuole sull’isola: «Non ci sono rischi»

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..