Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Una discarica a cielo aperto a Mergellina. Barche abbandonate, materassi, lattine e spazzatura

Pubblicato

il

discarica a cielo aperto mergellina


Una a cielo aperto a . abbandonate, materassi, lattine e . Europa Verde: “Chiesto intervento straordinario di pulizia.”

Una vera e propria a cielo aperto quella segnalata da un cittadino al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.  In un filmato si vede come un’area del Lungomare di , di fronte alla zona degli chalet, sia diventata una vera , dove oltre a abbandonate, sono stati gettati materassi, lattine e rifiuti vari che rendono la zona, in tempi normali tra quelle a maggiore densità turistica, degradata e fatiscente.

” Una grandissima vergogna per questa zona e per la nostra città.  Non possiamo esimerci dall’incolpare quella parte di popolazione completamente priva di senso civico ed avulsa dall’amore per la propria terra. Ridurre in questo stato una delle aree più belle e più frequentate del nostro territorio è un delitto, puntiamo il dito contro chi abbandona rifiuti in questo modo e anche contro chi vede ma non denuncia. Se vogliamo davvero migliorare la nostra città allora bisogna smetterla con questo senso di irresponsabilità e menefreghismo, tutti dobbiamo fare la nostra parte, rispettando e facendo rispettare le regole. Abbiamo chiesto un intervento straordinario per liberare l’area dai rifiuti ma per il futuro l’area dovrà essere controllata ed i trasgressori che inquinano l’ambiente dovranno essere puniti in modo severo.”- hanno così commentato il Consigliere Borrelli e Gianni Caselli, consigliere di Europa Verde della Municipalità I.


PUBBLICITA

Cronaca

Sgominata la gang dei furti delle auto di lusso, rubata anche una Maserati alla Riviera di Chiaia: 7 arresti

Pubblicato

il

gang furti auto di lusso

Sgominata la gang dei furti delle auto di lusso, rubata anche una Maserati alla Riviera di Chiaia: 7 arresti.

Ad esito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Chiaia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico nei confronti di 7 persone, di cui 1 sottoposto all’obbligo di firma, gravemente indiziate di associazione finalizzata al furto e alla ricettazione di veicoli.
Gli indagati, tutti gravati da precedenti e residenti nell’area Vesuviana, avrebbero commesso, tra aprile e dicembre 2018, una serie innumerevole di furti di auto di lusso tra Napoli e provincia e nel territorio agro-nocerino-sarnese.

Le indagini hanno preso il via proprio a seguito di un furto di un’ auto di grossa cilindrata sulla via Riviera di Chiaia di Napoli. I carabinieri hanno individuato la targa dell’autovettura utilizzata dagli autori del furto, arrivando, ad esito delle indagini a raccogliere gravi elementi sull’esistenza di una vera e propria struttura organizzativa che, con una specifica distribuzione dei ruoli tra gli associati, si occupava di individuare le autovetture da rubare, predisporre tutti i mezzi e gli strumenti necessari ed infine eseguire materialmente i furti.

I reati predatori venivano commessi utilizzando sempre la stessa tecnica, consistente nella preventiva ricerca di una autovettura parcheggiata in strada da trafugare; una volta individuata veniva forzato il meccanismo di accensione del veicolo; infine, l’autovettura rubata guidata da uno dei complici, si allontanava, scortata dagli altri, e veniva ricoverata in capannoni preventivamente individuati. Tra la strumentazione utilizzata per i furti, rinvenuta e sequestrata dai carabinieri: chiavi vergini con cui sostituire le originali, telecomandi, jammer e dissuasori per i sistemi di allarme e di rilevazione GPS.

Continua a leggere

Le Notizie più lette