Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Casoria

Truffa anziana con il solito “pacco” che conteneva 6 succhi di frutta: arrestato 40enne di Casoria

Pubblicato

il

truffa-succhi di frutta


Truffa una donna di 80 anni spillandole 1600 euro con il solito “pacco” che conteneva 6 succhi di frutta: arrestato 40enne di Casoria.

Ancora un arresto per truffa ai danni di un’anziana ad opera dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, segnale di una particolare attenzione dedicata alla tutela delle fasce deboli. Questa volta accade tutto a Villaricca, in un appartamento di Via Leonardo da Vinci. Un’anziana 82enne riceve una telefonata. L’interlocutore si presenta come il nipote e le chiede di consegnare al corriere che di lì a breve sarebbe arrivato la somma di 1900 euro, per un prodotto acquistato sul web.

Fortuna ha voluto che uno dei “veri” nipoti fosse con lei. Ha ascoltato la conversazione e mentre la nonna ancora temporeggiava al telefono, ha allertato i carabinieri della stazione di Villaricca. I militari hanno organizzato in pochi minuti un servizio e si sono appostati attorno all’abitazione e al suo interno. Quando alla porta si è presentato il finto corriere erano già pronti per intervenire.

L’anziana ha consegnato il denaro, ricevuto il “pacco” e solo allora sono scattate le manette. Arrestato per truffa Vincenzo Russo, 40enne di Casoria già noto alle forze dell’ordine per reati dello stesso tenore. All’interno del pacco solo 6 brick di succo di frutta. Russo è ora ai domiciliari in attesa di giudizio.


PUBBLICITA

Casoria

Finto rider consegnava sigarette di contrabbando a Casoria: denunciato 50enne

Pubblicato

il

contrabbando a casoria

Casoria. Fingeva di consegnare cibo a domicilio ma in realtà contrabbandava sigarette: i carabinieri fermano 50enne e trovano 45 stecche di sigarette di contrabbando nello zaino della ditta.

I carabinieri della stazione di Casoria hanno denunciato per contrabbando di sigarette un 50enne di San Pietro a Patierno.
I militari – nell’ambito dei servizi disposti dal comando provinciale – hanno notato un rider per il trasporto del cibo a bordo di un motociclo con tanto di zaino termico di una nota azienda. Volevano controllarlo ma il “centauro” quando ha visto i carabinieri ha effettuato una brusca manovra: una sosta, come a voler simulare una consegna. I carabinieri hanno deciso così di verificare e lo hanno perquisito. All’interno della borsa per le consegne rinvenute e sequestrate 45 stecche di “bionde” illegali per un peso complessivo di 9 chili. Lo scooter e lo zaino sono stati sequestrati.

Continua a leggere

Le Notizie più lette